/ Cronaca

Cronaca | 12 ottobre 2021, 12:18

Green pass, gli autotrasportatori incontrano l'autorità portuale: "I tamponi non siano a carico dei lavoratori"

I sindacati hanno chiesto all'autorità portuale la possibilità per i camionisti non vaccinati di poter effettuare il tampone in porto, e che questo non sia a carico dei lavoratori.

Green pass, gli autotrasportatori incontrano l'autorità portuale: "I tamponi non siano a carico dei lavoratori"

Il tema del green pass per gli autotrasportatori è stato al centro dell'incontro di questa mattina a palazzo San Giorgio tra l'autorità portuale e gli autotrasportatori, in vista dell'entrata in vigore del decreto sull'obbligo di green pass, a partire dal 15 ottobre.

I sindacati hanno chiesto all'autorità portuale la possibilità per i camionisti non vaccinati di poter effettuare il tampone in porto, e che questo non sia a carico dei lavoratori.

"Oggi abbiamo avuto un incontro con l'autorità portuale per discutere sulla problematica del green pass. - ha dichiarato Mirko Filippi, coordinatore regionale autotrasporto, logistica e merci per Fit CISL - Abbiamo chiesto di mettere a disposizione dei lavoratori dei punti per i tamponi, in modo tale che si abbia la possibilità al lavoratore non vaccinato di poter ottenere il green pass.

L'autotrasporto è una tipologia di lavoro atipico, e non è pensabile che con un camion si possano raggiungere punti che possono essere raggiunti a piedi o da altre tipologie di lavoratori. Abbiamo anche ribadito che il costo non debba ricadere sui dipendenti".

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium