/ Cronaca

Cronaca | 18 ottobre 2021, 16:52

Tartufando 2021 si amplia: nuovi Civ ed una tartufaia in più

Tartufando 2021 si amplia: nuovi Civ ed una tartufaia in più

 “Tartufando” arriva alla sesta edizione consecutiva e lo fa includendo anche i centri integrati delle Erbe, Vico Casana e Cesarea. La manifestazione organizzata dal civ di Sarzano-Sant’Agostino propone due ricchi week-end (rispettivamente dal 22 al 24 ottobre e dal 29 al 31 ottobre) all’insegna di menu a tema e offerte gastronomiche dedicate. Oltre 80 saranno le attività coinvolte, tra quelle legate al tema food e non, con proposte e riferimenti sia al tartufo bianco che nero. Da quest’anno ci sarà anche una tartufaia, sarà installata in Piazza Teresa Mattei e consisterà in dimostrazioni dal vivo di cani di razza Lagotto addestrati, provenienti da Millesimo e specializzati nella ricerca dell’oro della terra.

Stamattina in Sala Trasparenza sì è tenuta la presentazione dell’evento. Fra gli ospiti era presente l’assessore allo Sviluppo Economico Regione Liguria Andrea Benveduti il quale ha dichiarato: “La Liguria è ricca di prelibatezze, come il Tartufo, che eleggono la nostra regione a territorio leader dell’agroalimentare di elevata qualità” e poi sottolinea: “Il Tartufo è un prodotto della nostra terra, molto spesso la Liguria non viene ricordata come produttrice di tartufi, invece ci sono zone come Millesimo che portano la nostra Regione a poter competere con regioni più famose “.

E’ intervenuto anche il presidente Ascom Confcommercio Genova Paolo Odone: “Un’occasione imperdibile che quest’anno si estende anche al centro della città e che dimostra che il settore agroalimentare è trainante per l’economia della nostra Regione  Una volta di più i nostri centri integrati di via si rivelano strumento fondamentale  in termini di valorizzazione dei prodotti e del territorio diventando veri e propri protagonisti nella promozione delle tipicità liguri , altresì raccontano la storia e la tradizione dei nostri quartieri  tramite le attività di vicinato  e l’esperienza di un vero centro commerciale naturale a cielo aperto che da sempre è l’anima della nostra città”. Poi fa una considerazione sul rilancio economico in Liguria: “Abbiamo saputo che c’è stata una ripresa incredibile, da La Spezia a San Remo gli alberghi continuano ad essere pieni e la stagione continua tutt’ora ad andare avanti. Quindi anche grazie all’ITS del Turismo di Alta Qualità della Regione cominciamo ad essere al centro del mondo”.

Il direttore Confesercenti Genova Paolo Barbieri evidenzia quanto “Tartufando” sia cresciuto negli anni: “Quella che inizialmente era solo un'idea di cui si discuteva nei corridoi di Confesercenti, negli anni è cresciuta diventando una manifestazione capace di coinvolgere un'ampia parte del centro cittadino e decine e decine di operatori, a dimostrazione del fondamentale ruolo di promozione dei Civ e delle associazioni di categoria. "Tartufando" ormai rappresenta un vero e proprio brand, connotato e riconoscibile, tanto da avere depositato presso il Ministero dello sviluppo economico la pratica per la registrazione del marchio”.

Matteo Zedda, ideatore della manifestazione e presidente del Civ di Sarzano-Sant’Agostino, spiega la partecipazione dei nuovi Civ: “Dopo le difficoltà della passata edizione, a causa dell’emergenza sanitaria, abbiamo deciso di investire molto nell’organizzazione della manifestazione e anche in quest’edizione vogliamo dare un’offerta specifica e mantenere il tema. Il fatto che da quest’anno l’evento si estenda ad altre aree del centro premia gli sforzi compiuti negli anni passati e certifica il successo della manifestazione”.

Per ultima è intervenuta l’assessore Grandi Eventi Comune di Genova Paola Bordilli la quale ha espresso il suo sostegno a questa manifestazione: “Sono molto contenta di come in questi anni la manifestazione sia cresciuta e per questo ringrazio gli organizzatori, civ e associazioni di categoria con cui collaboriamo: quest'anno più che mai si allarga coinvolgendo sempre più operatori commerciali ma soprattutto abbracciando più zone cittadine creando una stretta sinergia col territorio. L’evento contribuirà ad animare soprattutto, ma non solo, il cuore del centro storico, offrendo vetrina a un prodotto della nostra terra che sta riscuotendo sempre più appeal anche dal punto di vista della qualità “.

 

 

Christian Torri

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium