/ Attualità

Attualità | 15 novembre 2021, 16:35

Comincia ufficialmente l'era del Genoa americano: finalmente ecco il closing

Intorno alle 14.30 le firme che sanciscono ufficialmente il passaggio del club rossoblu alla holding 777 Partners. Il professor Zangrillo nuovo presidente

In allegato Andres Blazquez col neo presidente Alberto Zangrillo (foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale Genoa CFC)

In allegato Andres Blazquez col neo presidente Alberto Zangrillo (foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale Genoa CFC)

Il club calcistico più antico d'Italia è ufficialmente "americano". Dopo i primi contatti ufficiosi con la realtà genovese, la holding americana "777 Partners" è giunto nel pomeriggio odierno, intorno alle 14.30, il tanto atteso closing per il passaggio di proprietà del Genoa.

Negli uffici del notaio milanese Andrea Costa l'ormai ex presidente e azionista di maggioranza, Enrico Preziosi, ha ufficialmente ceduto le proprie quote al gruppo rappresentato per l'occasione dal suo referente per l'Europa, Andrés Blazquez.

Non solo i diretti interessati dei due gruppi erano presenti a Milano, con la foto post firme che lascia oramai pochi dubbi su chi sarà il nuovo presidente del Grifone. Insieme ai due già citati ecco spuntare un sorridente professor Alberto Zangrillo, medico personale di Silvio Berlusconi e noto tifoso genoano, già immortalato dalle telecamere televisive al Ferraris insieme ai rappresentanti della nuova dirigenza su cui le voci si erano fatte via via nel tempo sempre più insistenti.

Dopo 18 anni il Grifone è così ufficialmente controllato da una nuova proprietà a cui spetta un duplice compito nelle prossime settimane e nei prossimi mesi.

Intanto quello di nominare un nuovo Consiglio d'Amministrazione, dove dovrebbe sedere ancora Preziosi con un ruolo di consulenza e intermediazione con la Lega Serie A, con l'ingresso di Blazquez, già nel cda del Siviglia e vicino alla squadra in occasioni come la trasferta di Salerno, e quello probabile di alcuni esponenti di spicco di 777 partners come l'ad Juan Arciniegas e Josh Wander. Alessandro Zarbano diventerà invece il nuovo Ceo della società di Villa Rostan.

Il passo successivo, quello chiamato ad impattare in maggior misura sul destino del club dal punto di vista sportivo, è quello del nuovo direttore sportivo, carica alla quale è stato accostato un vero e proprio guru del calcio mondiale come l'ex Real Madrid, Monaco e Lille, Luis Campos.

Dopo la scelta di Andriy Shevchenko e del suo staff per la panchina, la nuova dirigenza dovrà rinforzare nel prossimo futuro la rosa guardando al mercato di gennaio dove sono attesi rinforzi per invertire la rotta intrapresa finora sul campo e allontanarsi definitivamente dai bassifondi. Un passo necessario per costruire il Genoa del futuro con un occhio che guarda anche ben oltre la prima squadra ma anche, ad esempio, lo stadio.

Ma questa è un'altra storia, il genoa deve voltare pagina in molteplici sensi. E salvarsi è, come ha ricordato lo stesso tecnico ucraino pallone d'oro nel 2004, il primo fondamentale obbiettivo.

Mattia Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium