/ Cronaca

Cronaca | 07 dicembre 2021, 10:30

Carabinieri in azione sul territorio: nelle ultime 24 ore effettuate varie denunce

Denunciate persone per traffico di sostanze stupefacenti e per controlli anti covid

Carabinieri in azione sul territorio: nelle ultime 24 ore effettuate varie denunce

I Carabinieri, nelle ultime 24 ore, sono intervenuti in varie parti del territorio genovese effettuando varie denunce.

Nell’ambito di un servizio per il controllo del territorio, la pattuglia della stazione carabinieri di Genova – Pegli, denunciava all’Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, due genovesi pregiudicati, di età compresa tra i 40 e 50 anni i quali, in via Scarpanto, venivano fermati a bordo di un veicolo. Dopo l’identificazione venivano perquisiti e trovati in possesso di alcuni grammi di cocaina, suddivisi in 3 involucri termosaldati, poi sequestrati.

A Moconesi, ieri mattina, la pattuglia della stazione carabinieri di Rovegno, al termine degli accertamenti scaturiti dalla richiesta del titolare di un esercizio pubblico situato in quel centro cittadino, denunciava all’Autorità Giudiziaria per minaccia e oltraggio a P.U. un 30 enne, operaio, pregiudicato. L’uomo, in evidente stato di agitazione dovuto all’assunzione di sostanze stupefacenti, durante gli accertamenti di rito svolti dai carabinieri, in presenza di altre persone proferiva parole oltraggiose e minacciose nei confronti dei militari.

I Carabinieri di Camogli, ieri mattina, durante un predisposto servizio volto a verificare le prescrizioni anti – covid in quel comune, denunciavano in stato di libertà per rifiuto d’indicazione sulla propria identità personale, favoreggiamento personale e mancata esibizione di documento di identificazione un ristoratore straniero non comunitario 30 enne con pregiudizi di polizia. Il titolare del locale, durante l’ispezione, risultato privo di documenti d’identità, si rifiutava di fornire le sue generalità ed inoltre, risultava privo di certificazione –Green Pass-. L’uomo, proprietario del locale, ostacolava i militari nella fase dell’identificazione di un suo dipendente che riusciva a sottrarsi al controllo. Gli operanti, al termine delle verifiche, sanzionavano amministrativamente poiché privi di Green Pass non solo il proprietario ma anche un altro dipendente.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium