/ Sport

Sport | 06 gennaio 2022, 14:35

Sampdoria, la prima del 2022 è un disastro: Cagliari corsaro al "Ferraris", non basta il solito Gabbiadini

Inizia male, almeno sul campo, l'era del neo presidente Lanna: blucerchiati avanti nel primo tempo con l'attaccante classe '91, nella ripresa Deiola e Pavoletti firmano il 2-1 finale per i sardi. Espulso Candreva, Yoshida ko

Foto di Gabriele Siri

Foto di Gabriele Siri

Non poteva iniziare in maniera peggiore il 2022 della Sampdoria. Lo stesso si può dire dell'era del presidente Marco Lanna, almeno per quanto riguarda i risultati sul campo. Al "Ferraris" infatti i blucerchiati cadono sotto i colpi di un Cagliari ampiamente domato per 45 minuti, ma capace di ribaltare la contesa anche per importanti demeriti dei padroni di casa.

Agli uomini di D'Aversa non è bastato il solito Gabbiadini, capace di andare a segno per la sesta volta consecutiva. Una volta in vantaggio, è mancata la capacità di insistere alla ricerca del raddoppio e nella ripresa sono così emersi tutti i limiti (tecnici e di rosa) di una squadra che alla giornata odierna ha davvero poche certezze. Nel secondo tempo il Cagliari ha trovato l'uno-due vincente con Deiola e Pavoletti riaccendendo prepotentemente le proprie speranze di salvezza. E pensare che dopo un primo tempo colmo di errori, per il team di Mazzarri la salita sembrava difficilmente scalabile.

La Sampdoria tornerà in campo domenica a Napoli, una sfida difficile già di per sé che sarà resa ancora più ardua dall'assenza sicura di Candreva (espulso nel finale della gara odierna) e da quella probabile di Yoshida (oggi uscito per infortunio, una defezione che a conti fatti è stata decisiva ai fini del risultato finale). Dal mercato, oltre che dagli sviluppi legati alla situazione societaria, i tifosi attendono ora buone notizie per evitare che la situazione generale si complichi ancor più di quanto già lo sia.

La partita

Prima della partita l'omaggio della Sampdoria in onore di Giacomo Fantoni noto come "Bek", il tifoso scomparso lo scorso 23 dicembre in seguito ad un incidente stradale. Depositato dai giocatori un mazzo di fiori sotto la Gradinata Sud, presenti anche i vertici societari (Lanna, Romei e Faggiano) oltre a mister D'Aversa.

Per la gara inaugurale del 2022 il tecnico blucerchiato, tenendo conto di alcune importanti assenze, sceglie il 4-4-2 con Audero in porta; Ferrari, Yoshida, Chabot e Murru a formare il pacchetto arretrato; Bereszynski, Thorsby, Ekdal e Candreva a comporre la linea mediana, mentre Caputo- Gabbiadini è il tandem offensivo con il compito di trafiggere la retroguardia ospite.

Sul fronte opposto, Mazzarri (ex di turno) opta per il 3-5-2 con Cragno tra i pali; Altare, Lovato e Carboni in difesa; Bellanova, Marin, Grassi, Deiola e Lykogiannis in mezzo al campo; Joao Pedro e Pavoletti in attacco. Arbitra l'incontro il signor Camplone di Pescara.

All'11' la prima vera emozione del match: Chabot cincischia e si fa soffiare il pallone (lamentando un fallo non ravvisato dal direttore di gara) da Joao Pedro, il numero 10 del Cagliari si invola verso la porta di Audero ma esita nella conclusione favorendo così il recupero provvidenziale di Yoshida. Due minuti dopo è ancora Yoshida a chiudere in angolo sull'iniziativa di Marin. Samp in difficoltà? Così sembrerebbe, ma invece al 19' ecco il vantaggio blucerchiato: sugli sviluppi di un calcio piazzato Gabbiadini raccoglie la sponda di Yoshida e supera Cragno con un sinistro che non lascia scampo all'estremo difensore proteso in uscita. Sesto gol consecutivo per l'attaccante classe 1991.

Al 26' Samp vicina al raddoppio: traversone dalla destra di Bereszynski, Candreva giunge con quel'attimo di ritardo all'appuntamento con la sfera, tanto basta per non trovare l'impatto. Il Cagliari accenna ad una timida reazione al 27', Audero è attento in uscita alta su Pavoletti (che lo ostacola) e sul tentativo successivo di Joao Pedro: il fischio dell'arbitro per il contatto tra l'ex Genoa e il portiere di casa vanifica tutto, ma restano gli applausi per il numero uno sampdoriano.

Il buon momento dei padroni di casa prosegue al 29' con Cragno che para in due tempi una conclusione di Bereszynski, mentre al 31' Gabbiadini ci riprova con un diagonale che termina largo sul fondo. Nel frattempo ecco il primo ammonito del match: è Lovato, falloso ai danni di Caputo. Prima dell'intervallo c'è ancora tempo per un'altra conclusione a lato di Bereszynski (gioco poi fermato per offside) e per una chiusura tanto elegante quanto efficace di Chabot sull'inserimento in area blucerchiata di Pavoletti. Si va al riposo, senza recupero, con la Sampdoria avanti 1-0.

La ripresa si apre con una tegola per la squadra di D'Aversa: dopo pochi minuti va ko Yoshida, il Giapponese è costretto a lasciare il posto a Dragusin. Al 52' primo ammonito in casa Samp, giallo per Ekdal. Le cattive notizie per i padroni di casa non finiscono qui e infatti, al minuto 55', arriva il pareggio ospite: Audero salva sul primo tentativo di Deiola, ma nulla può sul tap-in seguente.

La gara si accende, sale anche il tasso di nervosismo, al 61' giallo anche per Joao Pedro. I blucerchiati faticano a rialzare la testa e al 71' arriva la doccia gelata: Pavoletti elude la trappola del fuorigioco e firma il ribaltone, 1-2. D'Aversa corre immediatamente ai ripari: dentro Ciervo e Quagliarella, fuori Ferrari e Gabbiadini. Alla mezz'ora della ripresa cambia anche il Cagliari, c'è Faragò per Deiola. A dieci dal 90' ancora un doppio cambio nelle fila blucerchiate: Torregrossa e Yepes per Caputo ed Ekdal. Il Cagliari risponde con Pereiro per Pavoletti. 

All'82' i sardi sciupano una clamorosa occasione per il tris: Joao Pedro chiude un contropiede scegliendo la potenza, Audero tiene a galla la Samp. Nel finale espulso Candreva per una baruffa nei pressi della panchina del Cagliari, poi i rossoblu gettano al vento ulteriori occasioni per chiudere anzitempo i conti. Poco male però per Mazzarri e i suoi, a Marassi finisce 2-1 per il Cagliari che torna a festeggiare.

Roberto Vassallo


Sei un tifoso? Ti occupi di un club di tifosi? Sei un appassionato di calcio?
Contattaci: daremo spazio ai tuoi pareri, umori e commenti sulla Sampdoria. Scrivi a redazione@lavocedigenova.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium