/ Politica

Politica | 26 gennaio 2022, 17:15

‘G.A.T.E.’: Genova Airport, a Train in Europe, pronto a partire il progetto che rivoluzionerà i collegamenti tra città e aeroporto

Lo hanno illustrato oggi i tecnici di Rfi nel corso della commissione sull’opera destinata a stravolgere la viabilità di ponente, in particolare la rete ferroviaria di Sestri che si collegherà con l’aeroporto e la collina di Erzelli

‘G.A.T.E.’: Genova Airport, a Train in Europe, pronto a partire il progetto che rivoluzionerà i collegamenti tra città e aeroporto

All’orizzonte c’è lo spettro di un ricorso al Tar presentato da Acciaierie d’Italia, che sarà discusso il 22 aprile, ma i lavori per il progetto ferroviario ‘G.A.T.E.’: Genova Airport, a Train in Europe sono pronti a partire. Lo hanno illustrato oggi i tecnici di Rfi nel corso della commissione sull’opera destinata a stravolgere la viabilità di ponente, in particolare la rete ferroviaria di Sestri che si collegherà con l’aeroporto e la collina di Erzelli, dove nei prossimi anni sono previsto il trasferimento del politecnico, il polo tecnologico e il polo ospedaliero.

Un progetto che parte da lontano, come ricordato dall’assessore alla viabilità Matteo Campora, che risale al 2012 e che potrebbe essere realizzato entro la fine del 2024 o i primi mesi del 2025. A oggi Rfi ha lanciato la gara d’appalto per la progettazione esecutiva. Il bando è stato lanciato nel novembre 2020 e a settembre è stato assegnato a una serie di imprese di fiducia di Rfi: Imaf e Veneta 21. Nel frattempo sono iniziati gli espropri che riguardano alcune palazzine che dovranno essere demolite, un distributore di benzina Eni e alcuni locali di Acciaierie d’Italia, che come detto ha presentato il ricorso al tar.

L’iter legale, come ha sottolineato l’Ing. Mario Grimaldi di Rfi, rappresenta l’area di rischio. Il progetto in definitiva prevede la realizzazione della nuova fermata di Sestri, e la soppressione della fermata Cornigliano, sostituita dalla fermata Aeroporto e da Cornigliano Est. Inoltre, è prevista la monorotaia che porterà agli Erzelli.



Per realizzare l’opera, uno dei primi step sarà la demolizione del viadotto di via Siffredi, che sarà sostituito con un altro. I lavori di sostituzione dovrebbero durare alcune notti a partire dal 16 luglio. Rfi ha escluso problemi alla viabilità nel ponente cittadino, sollevati dai sindacati che hanno partecipato alla commissione, i quali hanno chiesto garanzie, soprattutto per quanto riguarda l’autotrasporto, sottolineando come il territorio, soprattutto d’estate paghi le problematiche relative ai lavori autostradali.


La demolizione del viadotto dovrebbe partire la prossima estate sulla base di una convenzione firmata con l’autorità di sistema che lo realizza e lo cofinanzia, con Rfi. Una volta demolito il ponte sarà spostato il muraglione e conseguentemente la via verso monte, permettendo così lo spostamento dei binari per permettere il posizionamento dei marciapiedi e delle pensiline nella nuova fermata di Erzelli. 

Francesco Li Noce


SPECIALE ELEZIONI 2022 - GENOVA
Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova in vista delle elezioni 2022 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium