/ Politica

Politica | 27 gennaio 2022, 15:42

Covid, Garibaldi (PD): “Liguria nel caos: positivi in aumento, in controtendenza rispetto al resto del Paese"

"Monitoraggio saltato e positivi all’autotest che circolano per andare in farmacia a fare il tampone di conferma. Toti, da Roma, parla solo di modifica delle restrizioni, ed è sordo a qualsiasi proposta. Ormai la situazione gli è completamente sfuggita di mano e a pagarne le conseguenze, purtroppo, sono i liguri”

Covid, Garibaldi (PD): “Liguria nel caos: positivi in aumento, in controtendenza rispetto al resto del Paese"

 

“Mentre il presidente della Regione, nonché assessore alla Sanità, parla solo di modifica delle restrizioni e del tracciamento, come se la normalità fosse dietro l’angolo, la realtà in Liguria è un'altra: il numero dei positivi è  in risalita, in controtendenza rispetto al resto del Paese, registrando un 2,3% in più rispetto ai sette giorni precedenti, mentre la media nazionale registra una diminuzione del 3,7% (dati Fondazione Gimbe); il monitoraggio dell’epidemia è completamente saltato, al punto che lo stesso Istituto Superiore di Sanità ritiene la Liguria tra le Regioni “non valutabili” e con un indice Rt non attendibile. Come se non bastasse, le persone positive all’autotest fatto a domicilio si spostano per andare a fare il tampone in farmacia e certificare l’inizio della malattia, provocando la rivolta delle farmacie che chiedono che questa pratica cessi subito, mentre la scuola fa i conti con la Dad e il flop dei tamponi gratis per gli studenti. Uno scenario per nulla rassicurante, molto diverso da quello che Toti e la sua Giunta vogliono farci credere”, lo dichiara il capogruppo del Partito Democratico Articolo Uno in Regione Liguria Luca Garibaldi alla luce dei dati degli ultimi giorni.

“Anche oggi - riprende Garibaldi - dopo la Commissione Sanità la sensazione è quella di una minimizzazione del problema, da parte della Giunta, mentre i fatti confermano che la situazione è fortemente critica. Avevamo proposto di permettere alle persone vaccinate, in caso di autotest positivo fatto a casa, di registrare su un apposito piattaforma del portale della Regione e tramite fascicolo sanitario la positività, per evitare di far circolare persone con il Covid, ma la giunta non ha neanche preso in considerazione la proposta, bocciandola, può darsi che ora ascolterà l’allarme lanciato dalle farmacie. Anche per i test gratis agli studenti abbiamo proposto di semplificare il sistema e snellire la macchina burocratica attraverso l’inserimento dei dati online, ma anche in questo caso nulla è stato fatto. Toti da Roma, parla solo di modifica delle restrizioni e del tracciamento, ma è sordo a qualsiasi proposta di semplificazione che si può mettere in campo a livello regionale. Ormai la situazione gli è completamente sfuggita di mano e a pagarne le conseguenze, purtroppo, sono sempre i liguri”.

 

Redazione


SPECIALE ELEZIONI 2022 - GENOVA
Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova in vista delle elezioni 2022 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium