/ Politica

Politica | 16 maggio 2022, 14:18

Elezioni, a Genova Rosato con Paita e Bucci per presentare i candidati di Italia Viva

"Non possiamo immaginare un ritorno al passato". Avvenente, Criserà e Falteri sono i candidati al consiglio comunale di Italia Viva a sostegno della candidatura del sindaco uscente

Elezioni, a Genova Rosato con Paita e Bucci per presentare i candidati di Italia Viva

Italia Viva ha presentato i candidati della lista civica Vince Genova, in corsa alle prossime elezioni a sostegno di Marco Bucci, alla presenza del candidato sindaco, di Raffaella Paita e di Ettore Rosato.

Non possiamo immaginare un ritorno al passato - spiega Raffaella Paita, presidente della Commissione Infrastrutture - Non abbiamo nulla contro il candidato sindaco Dello Strologo, ma abbiamo avuto dei confronti chiari e ci siamo resi conto che nel programma elettorale ci sono decisioni che tendono a rinviare i problemi e non a risolverli. Abbiamo scelto l’opzione migliore per la guida della città di Genova senza alcuna valenza politica: noi non possiamo stare in una coalizione di centro destra, ma incoraggiamo la matrice civica del disegno di Bucci. In nessun luogo della Liguria siamo accanto ai candidati del Movimento 5 Stelle, né a Savona, né a Chiavari, e alla Spezia, oltre che a Genova. La collocazione di Italia Viva è molto coerente e con scelte in grande sintonia con il territorio”. 

“Siamo contenti di sostenere l’esperienza di Bucci - Commenta Ettore Rosato, coordinatore nazionale di Italia Viva - che ha dimostrato di saper amministrare la città con il suo lavoro. Sostenere una coalizione o l'altra non è mai facile, ma a Genova siamo stati spinti a scegliere il lato in cui il programma era più in linea con la città. Il nostro sostegno sarà vero e concreto non solo in campagna elettorale ma anche dopo. La Regione Liguria e Genova sono meravigliose, ma c’è bisogno di grandi investimenti: bisogna lavorare e non esiste un investimento infrastrutturale che non parta dal basso, che non nasca dal territorio. Genova ha bisogno della spinta per realizzare le opere che servono, e siamo qui per sostenere questo. Speriamo in un buon risultato fin dal primo turno per poterci dedicare alle cose che servono il prima possibile”. 

“Benvenuti a bordo” è il commento iniziale di Marco Bucci. “Sono contento che tutti noi abbiamo deciso di imbarcarci su questa nave e di arrivare all’obiettivo, perché abbiamo in mano il nostro futuro e quello dei nostri figli. Questo è il piano Marshall 2.0: sulle opere in corsa non ci deve più essere discussione, si deve trovare il modo di velocizzare i lavori. Siamo circondati dai “signori del no”, sulla Diga, sulla Gronda, sullo Skymetro: vorrei che tutte le opere infrastrutturali di Genova fossero un record come lo è stato il Ponte San Giorgio. L’unione fa la forza: siamo qui per lavorare ed essere a servizio dei cittadini, che sono i nostri “capi”, sono loro che devono dirci cosa fare ed è con loro che ci dobbiamo confrontare. Le nostre decisioni scontenteranno magari qualcuno, ma se siamo veloci a prendere le decisioni siamo anche veloci a cambiarle se vediamo che non vanno bene. Per i signori del no non c’è spazio in questa città”.

Candidato per entrare in consiglio Comunale c’è Mauro Avvenente, consigliere comunale uscente, collegato da remoto perché positivo al Covid: “Questa campagna elettorale sarà affrontata concentrandoci sui problemi che stanno a cuore ai genovesi. Credo che sia necessario unire le forze, come stiamo già facendo, e dare un contributo importante nella nostra città. Italia viva si è sempre contraddistinto come partito del fare, e il sindaco Bucci è proprio l’uomo del fare. Nei prossimi cinque anni arriveranno fondi che non possono essere assegnati a persone che sono contro tutte le opere necessarie”. 

Giovanna Criserà è il secondo nome in lizza: “Nel mio simbolo ho messo “Il mio cuore per Genova”, perché con il cuore si fa tutto. Provengo dalla Regione, ci ho lavorato trent’anni come responsabile del trattamento economico, e sono sempre stata dell’idea che occorra rimboccarsi le maniche. Italia viva ha fatto un grande passo nell’appoggiare la candidatura di Bucci, e personalmente lo avrei votato nonostante provenga dal PD, ma era complicato riuscire a fare tutto. Oltre al Ponte San Giorgio ho visto le attività portate avanti, una su tutte la chiusura del buco di San Martino, con lavori che andavano avanti da anni”. 

 

Davide Falteri, imprenditore genovese, è il terzo e ultimo candidato al consiglio comunale: “Sono davvero contento di assistere a questa svolta di concretezza, dove si appoggia l’idea che la staticità non paghi. Appoggiare il fare è già un primo segno di cambiamento. Io provengo dal mondo della logistica e dei trasporti, mi occupo da anni di consulenza ricoprendo diverse cariche, e appartengo ad associazioni del mondo della logistica, mi sono sempre scontrato con il “potremmo fare” che ha sempre paralizzato il mondo. Noi abbiamo bisogno di una visione sistemica, che è sempre stata il mio cavallo di battaglia. Negli anni ho avuto a che fare con la concretezza di Raffaella, ci siamo confrontati su tematiche concrete e ho visto la volontà di fare davvero. Ho apprezzato anche il lavoro del nostro sindaco, che mi ha reso orgoglioso di far parte di Genova. Oggi manca la volontà di prendersi la responsabilità: qui abbiamo esempi di persone che se le sono prese, mettendoci la faccia. Metterò la mia esperienza a disposizione della città e dei cittadini”.

I nomi dei candidati per i Municipi sono: per il Municipio Ponente Maria Rita Campobasso e Peppino Miletta Cossa; per il Medio Ponente corre Enrico Valli, per il Centro Ovest Angelo Nuzzi e Nicola Suriano, candidato anche in Valpolcevera con Renato Mazzarino, Giovanni Frasca in Bassa Valbisagno, in Media Valbisagno Danilo Sciutto, Lucina Torretta e Peppino Miletta Cossa, nel Medio Levante Giovanni Frasca e infine a Levante Danilo Sciutto.

Chiara Orsetti


SPECIALE ELEZIONI 2022 - GENOVA
Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova in vista delle elezioni 2022 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium