/ Attualità

Attualità | 19 maggio 2022, 15:55

Quando l’astronomia incrocia la gemmologia: se ne parla a Cornigliano

L’incontro, in programma sabato alle 17, fa parte delle iniziative realizzate da Ascovil, l’Associazione per la tutela e valorizzazione dei Palazzi di Villa di Cornigliano. In serata, si ammira il cielo grazie all’Osservatorio Astronomico

Quando l’astronomia incrocia la gemmologia: se ne parla a Cornigliano

 

Quindici milioni di anni fa, quando sul pianeta Terra cadde un meteorite, alcune schegge di roccia fuse vennero scagliate in un fiume e venne a formarsi così un vetro che non si era mai visto prima. Siamo nella Repubblica Ceca e quel fiume è la Moldava, per questo la pietra di color verde acceso si chiama Moldavite.

Sabato, alle ore 17, si parlerà dei dettagli di questa storia e si potrà tenere in mano un esemplare di Moldavite: l’appuntamento è presso Villa Spinola Narisano a Cornigliano, s’intitola ‘Moldavite, trait d’union fra gemmologia e astrofisica’ ed è organizzato da Ascovil, ovvero l’Associazione delle Ville Storiche di Cornigliano, una delle realtà più attive, vive e vitali del territorio del Medio Ponente.

Nel corso del pomeriggio si parlerà di meteoriti, di preziose gemme del cielo, come appunto la Moldavite, e di un modo molto speciale per risolvere i misteri che ci lascia l’antichità: l’archeoastronomia. Sarà possibile, inoltre, ammirare gli splendidi affreschi cinquecenteschi che riguardano il cielo presenti nella villa mentre la sera, grazie all’Osservatorio Astronomico di Genova, sarà possibile osservare il cielo dal vivo.

I relatori sono Fabio Morelli, astrofilo, che condurrà il pubblico fino ai remoti e gelidi confini del Sistema Solare fra comete, asteroidi e meteoriti; Stefania Ferrari, gemmologa, che dal cielo riporterà in terra, per ammirare dal vivo un prezioso pezzetto di cielo, la Moldavite; Paolo Colona, astrofisico, che guiderà da Stonehenge alle Piramidi, da Omero al Mitraismo, dalla mitologia alla letteratura antica, rivelando come l’astronomia sia la corretta chiave di lettura per svelare molti misteri dell’antichità. Alla fine della conferenza, Antonella Giavino di Ascovil mostrerà e illustrerà brevemente gli affreschi della villa. Alle ore 21, invece, osservazione del cielo a cura dell’Osservatorio Astronomico di Genova. L’evento è gratuito ma a numero chiuso, con prenotazione obbligatoria ai numeri 340 6704253, oppure 338 9515105, o ancora via mail a ascovilgenova@gmail.com (attendere mail di conferma).

Paolo Colona, astrofisico e divulgatore scientifico, dirige la scuola di astronomia ‘Accademia delle Stelle’ di Roma dove tiene diversi corsi telematici, tra i quali il primo corso in Italia di archeoastronomia e astronomia culturale. Attivo in programmi di diffusione scientifica con scuole, musei, biblioteche, associazioni, è responsabile del Programma Nazionale di Ricerca ‘Archeoastronomia e Storia dell'Astronomia’ dell’Unione Astrofili Italiani, per la quale tiene una scuola di formazione in archeoastronomia riconosciuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca. Nel campo degli studi storici ha pubblicato su riviste scientifiche internazionali diversi lavori con scoperte originali soprattutto in riguardo ai miti antichi e alla filologia. Per dodici anni ha scritto per la rubrica settimanale di astronomia del Televideo Rai, è autore e curatore di numerose pubblicazioni e ospite in numerose trasmissioni radio-tv; ha tenuto centinaia di conferenze ed eventi astronomici in Italia e all’estero.

Stefania Ferrari, gemmologa, è membro dell’Associazione IGI International Gemological Institute Ital, svolge conferenze di informazione e divulgazione gemmologica. Tiene una rubrica mensile sul ‘Corniglianese’ e fa parte del comitato scientifico della rivista ‘Archeome’. Dal 2020 produce docufilm di informazione gemmologica con inserto di specifica gemmologica: ‘Generata Meraviglia’ (Docufilm premiato nella 74ª edizione del Festival Internazionale del cinema di Salerno) tratto dal libro ‘Il poemino per lo Smeraldo rosso’ e Koralli2021. 

Infine, Fabio Morelli, genovese, informatico, appassionato sin dalla gioventù di astronomia, astrofisica, egittologia e fotografia. Osserva il cielo dalla propria abitazione, attualmente tramite un telescopio Maksutov-Cassegrain da 5 pollici, altazimutale computerizzato. Con esso effettua riprese amatoriali soprattutto di Luna, Sole e pianeti, mediante fotocamere e videocamere.

Ascovil, l’Associazione per la tutela e valorizzazione dei Palazzi di Villa di Cornigliano ha sede in via Tonale, presso la Villa Spinola Dufour di Levante. Il gruppo è stato fondato nel 2015, con lo scopo di occuparsi dello studio e della valorizzazione di queste ville, curando ad esempio per i ‘Rolli Days’ sia gli aspetti sia scientifici che logistici e coordinando tutte le realtà coinvolte.

Alberto Bruzzone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium