/ Eventi

Eventi | 28 giugno 2022, 09:41

Tra l'arte della filigrana e la pittura baocca: Liguria delle Arti a Campo Ligure e Ceranesi

Doppio appuntamento per Liguria delle Arti per giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio

Tra l'arte della filigrana e la pittura baocca: Liguria delle Arti a Campo Ligure e Ceranesi

Ha preso il via il 24 giugno a Savona la quinta edizione di Liguria delle Arti, accolta da un beneaugurante tutto esaurito che porta verso le date del doppio appuntamento a Campo Ligure e Ceranesi per giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio.

Un ritorno a Campo Ligure per Liguria delle Arti che qui era già stata per scoprire la strepitosa pala d'altare dipinta da Bernardo Strozzi: quest’anno, quella nel suggestivo borgo della Valle Stura, che per le specie naturali intatte è stato inserito nel Geoparco europeo del Beigua, è una tappa fondamentale per il tema di questa edizione ossia la celebrazione della maestria artigiana.

Tappa che, grazie alla collaborazione con il Comune di Campo Ligure e con l’Associazione Intrecci Preziosi, inizierà fin dalle 15.30 con l’apertura straordinaria del Museo della Filigrana “Pietro Carlo Bosio” (Via della Giustizia 1), un forziere carico di creazioni concepite e realizzate con la tenacia, la dedizione e la sapienza artigianale, elementi che sfuggono alla dittatura dei tempi di produzioni moderni e che rendono ognuno di questi oggetti un unicum. In occasione di questo evento le botteghe e i laboratori di filigrana resteranno aperti fino a tarda sera. La giornata avrà il suo culmine alle ore 21 nei pressi del Giardino dei Frati del Castello di Campo Ligure dove la storica dell’arte Beatrice Astrua racconterà l’antica Arte della Filigrana e la storia del Museo locale. Con la consueta, armonica commistione di arti, insieme alla narrazione storica non mancheranno la musica dal vivo del giovane violinista emergente Filippo Taccogna del Conservatorio Paganini di Genova che eseguirà brani del nostro Paganini oltre alla celebre Paganiniana composta dal violinista Nathan Milstein, e la recitazione con l’attore Pino Petruzzelli che leggerà brani tratti da L’uomo artigiano di Richard Sennett e dai libri dell’amato Don Gallo, sacerdote nativo di Campo e prete degli ultimi, come amava presentarsi egli stesso. In scena con gli artisti ci saranno le maestre filigraniste campesi immerse nel proprio lavoro così prezioso e identitario di questo borgo e dell’eccellenze del nostro Paese. 

L’appuntamento è per giovedì 30 giugno alle 21 presso il Giardino dei Frati del Castello di Campo Ligure. La serata si svolge in ottemperanza alle vigenti disposizioni di legge. L’ingresso è libero. 

In caso di maltempo l’evento è spostato dentro l’Auditorium.

 

Venerdì 1 luglio ci si sposta nell’alta Val Polcevera, in pieno Appennino ligure, per raggiungere Ceranesi. Qui, fra percorsi di fede al Santuario della Guardia, l’itinerario ad anello dei Laghi del Gorzente e la via delle antiche neviere, entrambi da non perdere per chi ama il trekking, lo sposalizio fra bellezza spontanea della natura e ingegno umano vive in stupefacente equilibrio. E proprio qui, in località San Martino di Paravanico, dentro la Chiesa di San Martino di Tours, c’è il protagonista della nuova tappa di LIGURIA DELLE ARTI.

Si tratta della meravigliosa pala d’altare intitolata San Martino e il povero, firmata Giovanni Battista Carlone. Il genio ligure (e italiano) del barocco volle misurarsi con la leggenda del soldato romano che in una gelida notte, non esitò a donare ad un povero metà del proprio mantello. 

Il gesto, simbolo di misericordia e carità cristiana, rivive in questa pala d’altare che dopo un accurato restauro appare in tutta la sua sfolgorante bellezza. A raccontarne i dettagli sarà lo storico Giacomo Montanari, specialista di storia dell’arte ligure e, dal 2017, curatore scientifico della manifestazione culturale Rolli Days di Genova. 

 

A Ceranesi ci sarà il gradito ritorno del Maestro Eliano Calamaro, eccezionale virtuoso del violino, pronto a conquistare il pubblico con brani di propria creazione e spartiti di Niccolò Paganini, Baldassarre Galuppi e Agostino Dodero.

Per la parte poetico/letteraria all’attore Pino Petruzzelli si unisce un altro valente interprete come Mauro Pirovano: i due si alternano fra le parole di Giorgio Caproni, Vito Elio Petrucci e Roberto Balestrino.

L’appuntamento, in collaborazione con il Comune di Ceranesi, è per venerdì 1 luglio alle 21 nella Chiesa di San Martino del Tours. La serata si svolge secondo le normative vigenti. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. 

 

I prossimi eventi di Liguria delle arti saranno domenica 3 luglio a Imperia Oneglia nella Chiesa di Borgo Peri dove racconteremo la singolare storia dei contadini marinai locali e martedì 5 luglio ad Albissola Marina in cui visiteremo la settecentesca Villa Faraggiana coi suoi mirabili giardini e le sue straordinarie sculture lignee.

Scopri tutti gli appuntamenti su www.teatroipotesi.org, su www.lamialiguria.it e sulla pagina Facebook di Pino Petruzzelli. 

Il progetto ideato e diretto da Teatro Ipotesi è realizzato in collaborazione con Regione Liguria, G.O.G - Giovine Orchestra Genovese, Conservatorio Paganini di Genova, Conservatorio Puccini della Spezia e grazie al sostegno di Coop Liguria.

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium