/ Attualità

Attualità | 23 settembre 2022, 15:03

Pra’, la passerella della Fascia di Rispetto danneggiata dopo appena dieci mesi

Era stata inaugurata lo scorso dicembre, adesso è già parzialmente interdetta. Il consigliere comunale Paolo Gozzi di Vince Genova chiede spiegazioni all’assessore competente

Pra’, la passerella della Fascia di Rispetto danneggiata dopo appena dieci mesi

Lo scorso dicembre, esattamente il giorno 18 del mese, l’allora assessore comunale ai Lavori Pubblici e oggi vicesindaco, Pietro Piciocchi, inaugurava la nuova passerella per raggiungere la Fascia di Rispetto di Pra’, al di là del canale di calma, dopo una chiusura che era durata per parecchie settimane.

Oggi quella stessa passerella, a meno di dieci mesi di distanza, mostra già delle imperfezioni e in parte è nuovamente non transitabile. Com’è possibile che sia successo tutto questo, a così poco tempo dal ripristino? I frequentatori della Fascia di Rispetto se lo sono chiesti con un certo disappunto, anche perché questo cantiere per una passerella di ventisette metri è costato circa 300mila euro di soldi pubblici.

Le fotografie del ponte già danneggiato sono state pubblicate sui social e a chiedere un chiarimento è il consigliere comunale di Vince Genova, Paolo Gozzi, che sul tema ha presentato nei giorni scorsi un’interrogazione con richiesta di risposta scritta.

L’attuale assessore competente è Mauro Avvenente, che ha la delega alle Manutenzioni dallo scorso giugno. Gozzi ricorda che “la realizzazione del nuovo ponte, da tempo prevista nel Piano Triennale dei Lavori Pubblici del Comune di Genova, era stata resa necessaria dalla demolizione della vecchia struttura, avvenuta nel settembre precedente dopo che il transito, per ragioni di sicurezza, era già stato interdetto ai pedoni dal maggio 2021. Ma allo stato attuale, a neppure dieci mesi dall’inaugurazione, il ponte appare già in parte transennato e interdetto al passaggio, con un cartello di pericolo che avvisa del dissesto parziale della pavimentazione”.

Anche il consigliere di Vince Genova fa presente l’importante costo dei lavori: “L’intervento di realizzazione del nuovo ponte ha comportato un onere per le casse comunali pari a circa 300mila euro. In questi mesi, il transito sul ponte è stato certamente limitato, atteso che la fruibilità della parte a mare della Fascia di Rispetto è pressoché totalmente interdetta dai cantieri di realizzazione del cosiddetto ‘Parco delle Dune di Pra’”, ma nonostante questo i danneggiamenti ci sono stati lo stesso e sono pure piuttosto evidenti.

Per questo, Paolo Gozzi chiede all’assessore competente “di conoscere i tempi di ripristino della pavimentazione dissestata e di conoscere le cause di un’anomalia rilevante emersa a pochi mesi dalla realizzazione dell’opera e, conseguentemente, di conoscere quali verifiche sono state eventualmente promosse circa la regolarità dei lavori eseguiti e dei successivi collaudi”. Fa specie che un’opera pubblica subisca questa sorte in così poco tempo. Dovrà essere Tursi a chiedere alla ditta incaricata le ragioni di tutto questo e a pretendere una rapida rimessa in sicurezza, senza ulteriori oneri per le casse pubbliche. 

Alberto Bruzzone

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium