/ Innovazione

Innovazione | 28 ottobre 2022, 14:33

Imprese, approvato dalla Regione il bando per chi investe in progetti di efficientamento energetico

Il bando prevede contributi a fondo perduto fino a 200 mila euro a domanda

Imprese, approvato dalla Regione il bando per chi investe in progetti di efficientamento energetico

La giunta regionale ha approvato, su proposta dell'assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, un nuovo bando da 2,5 milioni di euro destinato alle imprese che investono in progetti di innovazione finalizzati all'efficientamento energetico.

Il bando prevede il sostegno, tramite un'agevolazione concessa sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 50% della spesa ammissibile, a progetti d'investimento in materia di innovazione di prodotto o servizio riguardanti le aree di Specializzazione Intelligente definite nella Strategia regionale.

"Per evitare che il caro energia si trasformi in una piaga sociale e desertifichi il nostro tessuto economico, ci aspettiamo che il nuovo governo salvaguardi da subito famiglie e imprese con importanti contributi per mitigare l'impatto incombente e, contemporaneamente, avvii tutta una serie di interventi strutturali sul sistema per consentirci di arrivare nel tempo a una situazione complessiva meno drammatica. Per contribuire a questo impegnativo obiettivo, in attesa dei 630 milioni di euro della nuova programmazione Por Fesr 2021-2027, che hanno recentemente ricevuto il via libera da parte della Commissione Europea, abbiamo approvato, con gli ultimi residui del precedente settennato, un nuovo bando da 2,5 milioni di euro per sostenere i progetti d'innovazione delle imprese finalizzati all'efficientamento energetico" spiega l'assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti.

"Questo nuovo strumento, che prevede contributi a fondo perduto fino a 200 mila euro a domanda - aggiunge Benveduti -, è un ulteriore segnale di attenzione della giunta regionale al problema energetico, che faremo ancor più nostro con i 190 milioni di euro che abbiamo destinato a questa ampia finalità nella nuova programmazione".

Il bando rientra nell'azione 1.1.3 del Por Fesr 2014-2020 e ha una retroattività al 1 gennaio 2022, con riferimento a interventi avviati a partire da tale data e non ancora conclusi. L’intervento ammissibile agevolabile non può essere inferiore ai 50 mila euro. Le domande di ammissione devono essere redatte esclusivamente online attraverso il sistema "Bandi on line" dal sito internet www.filse.it dal 15 al 22 novembre. 

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium