/ Attualità

Attualità | 04 novembre 2022, 14:38

Genova città pilota per la cittadinanza digitale

Il percorso intrapreso dal Comune vuole valorizzare le competenze tecnologiche dei genovesi e digitalizzare i servizi erogati

Genova città pilota per la cittadinanza digitale

Valorizzare le competenze tecnologiche dei genovesi e digitalizzare i servizi erogati dalla civica amministrazione. È questo il percorso intrapreso dal Comune di Genova, che si propone come soggetto capofila a livello nazionale per la sperimentazione di innovazioni tecnologiche, coinvolgendo i cittadini in momenti formativi per valorizzare le proprie competenze digitali e acquisire autonomia nei rapporti con la pubblica amministrazione.

«Genova si configura sempre più come città digitale – spiega l’assessore ai Servizi civici e all’Informatica Marta Brusoni – Come amministrazione, negli ultimi anni ci siamo dati l’obiettivo di informatizzare tutti i servizi comunali e di metterli a disposizione di tutti i cittadini, residenti e non residenti, in modo semplice e sicuro. Secondo una definizione dell’Unione europea – continua Brusoni – la cittadinanza digitale è un insieme di valori, competenze e comprensione critica di cui i cittadini hanno bisogno nell’era tecnologica: con questo spirito, oltre alla collaborazione con Fondazione Mondo Digitale con cui abbiamo organizzato ‘Scuola internet per tutti’, sta per partire una serie dl incontri nei Municipi per incrementare le competenze tecnologiche dei cittadini».

 

Ecco le principali aree di intervento sulla digitalizzazione dei servizi:

Fascicolo del cittadino

È senza dubbio il progetto di punta dell’amministrazione, attraverso il quale, con un unico accesso, ogni cittadino può accedere a molteplici servizi, ad esempio consultare i propri dati anagrafici, variare la residenza, scaricare i certificati, gestire gli abbonamenti al trasporto pubblico del proprio nucleo familiare, i pagamenti e i rimborsi TARI, pagare le contravvenzioni e molto altro.

Il fascicolo del cittadino raccoglie non solo i servizi erogati dal Comune, ma anche quelli di altri enti o aziende che operano in città.

Il collegamento con App IO consente inoltre di avvisare il cittadino tempestivamente al verificarsi di un evento (scadenza carta identità, graduatorie borse di studio, servizi di cortesia, nuove sanzioni) e rimandarlo al fascicolo per conoscerne il dettaglio.

 

Recentemente il Fascicolo del Cittadino è stato implementato con i seguenti nuovi servizi:

 

Io Cittadino:

◦ I miei dati: con l’indicazione della pericolosità dell’indirizzo di residenza (pericolosità idrologica, incendio e frane)

Io Richiedo:

◦ Borse di studio [rilascio settembre]

◦ Verifica pericolosità strade (con indicazione pericolosità idrologica, incendio e frane)

Io Abito:

◦ Le mie pratiche edilizie

◦ I miei condoni edilizi

Io Leggo:

◦ Gestione contatti figli/ragazzi neomaggiorenni

Io Mi Muovo:

◦ I miei permessi Genova Parcheggi: con l’azione di rinnovo e pagamento integrata nel Fascicolo

◦  

Predisposizione per l’integrazione con il Sistema Gestione Deleghe (per ora aperto solo in sperimentazione al Poligrafico e Zecca dello Stato). 

 

Inoltre, negli ultimi mesi sono stati inviati i seguenti messaggi su App IO:

 

• Tutela della salute – donazione del sangue

• Verifica tessera elettorale

• Iscrizione albo scrutatori

• Iscrizione sistema di allerta protezione civile

• CiE day

• Disponibilità bollettino servizi scolastici secondo bimestre 2022

• Borse di studio – pubblicazione nuovo bando

• Notifiche sistema bibliotecario (prestiti, prenotazioni, ritiri)

• Messaggi di servizio all'utenza dell'edilizia residenziale pubblica – domiciliazione bancaria

• Indagine esperienza servizi digitali del Comune di Genova

• Notifica cambio istanze in autotutela ai verbali della PL

• Manutenzione servizi digitali 29/30 ottobre

 

Servizi online, oltre 200 moduli digitalizzabili

Dallo scorso anno, con l'introduzione dello sportello telematico sono stati integrati più di 200 moduli, prima solamente cartacei, compilabili direttamente online e richiamabili anche all'interno del fascicolo stesso. Questo consente anche ai cittadini non residenti di fruire dei servizi in modalità veloce.

 

SegnalaCI, la piattaforma di segnalazioni

Una piattaforma che raccoglie le segnalazioni dei cittadini: dal suo esordio, due anni fa, ne ha gestite oltre 25mila. Si tratta di uno strumento snello e veloce, che ottimizza la gestione della singola segnalazione indirizzandola immediatamente aIl’ufficio competente. Grazie a questo sistema, il tempo di risoluzione dei problemi è passato da oltre 70 a meno di 4 giorni.

Agenda appuntamenti

Durante i primi mesi della pandemia l'introduzione dell’agenda appuntamenti sui servizi demografici ha consentito di proseguire l’attività ordinaria nel rispetto delle misure di distanziamento. Questo strumento, che si è rivelato particolarmente utile nella pianificazione e organizzazione degli appuntamenti allo sportello, è stato ulteriormente potenziato ed esteso a tutte le tipologie di servizi demografici erogati in presenza e cimiteriali.

 

Geoportale e digital city

Gli investimenti sulla cartografia numerica negli anni ’80 e ’90 del Novecento, e poi su sistemi informativi geografici e rilievi sempre più avanzati, hanno fatto sì che Genova sia il Comune di punta in Italia per qualità e tipologia di rilievi geospaziali e per il livello tecnologico dei servizi erogati attraverso i sistemi informativi territoriali dell'ente con il geoportale.

Questo consente di crescere nella rappresentazione della digital city, all'interno della quale è possibile navigare nell'intera città con livelli di dettaglio altissimo.

Le attività in corso porteranno presto alla realizzazione del digital twin di Genova, che consentirà di navigare la città nello spazio del soprasuolo e del sottosuolo nel tempo presente, nelle tracce storiche del passato e nelle visioni del futuro.

 

Nuovo sistema di gestione deleghe

In collaborazione con l'istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Genova è stata primo Comune italiano a integrare il Fascicolo del Cittadino con il sistema di gestione delle deleghe che consentirà di accedere con le proprie credenziali al Fascicolo di un qualsiasi soggetto di cui possieda la delega. Le sperimentazioni riguarderanno anche la carta d‘identitâ elettronica (CIE), per cui sarà attivata già a partire da inizio novembre I’autenticazione di livello 1 e 2, che la renderà molto simile allo Spid.

 

La digitalizzazione in cifre

Nei primi cinque mesi di quest'anno, il numero dì visite al sito (1.680.000) è incrementato deI 24% rispetto allo stesso periodo del 2021, con una percentuale di nuovi utenti del 1.125 per cento.

Il Fascicolo del Cittadino ha circa 65mila visite mensili, un trend in costante crescita: il numero di visite annuali nel 2022 è quasi triplicato rispetto al 2021. Tra le pagine più visitate, quelle relative ai verbali, ai bambini a scuola, al nucleo anagraflco, alla Tari.

lnoltre, il Comune di Genova è stato il primo grande Comune italiano abilitato al rilascio di Spid, il sistema pubblico di identità digitale valido a livello nazionale, utile per accedere ai servizi online della pubblica amministrazione italiana e dei privati aderenti.

I cittadini che si sono rivolti al Comune per l'emissione di Spid sono stati, dal 2020 ad oggi, più di 27mila.

Per quanto riguarda la carta d'identità elettronica, da inizio anno a settembre sono stati prenotati tramite il sito oltre 55mila appuntamenti per ottenere la CIE.

 

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium