/ Municipio Ponente

Municipio Ponente | 16 novembre 2022, 16:47

Pegli, ritornano gli aranci in viale Modugno

È l’esito dell’interpellanza presentata dal consigliere comunale di Vince Genova, Paolo Gozzi, all’assessore alle Manutenzioni, Mauro Avvenente. Aster ha confermato la disponibilità per sostituire le piante ammalorate

Pegli, ritornano gli aranci in viale Modugno

Dopo il rinvio della scorsa settimana, è stata discussa ieri pomeriggio in Consiglio Comunale l’interpellanza numero 35/2022 presentata dal consigliere comunale di Vince Genova, Paolo Gozzi, all’assessore comunale alle Manutenzioni, Mauro Avvenente, a proposito della ricollocazione degli alberi mancanti in viale Modugno a Pegli.

Una delle zone più eleganti della delegazione presenta ampie porzioni degradate ed è per questo che Gozzi ha chiesto lumi alla Giunta Bucci, anche ricalcando un analogo intervento che lo stesso Avvenente aveva fatto in Consiglio Comunale durante il precedente mandato amministrativo, quando sedeva sui banchi dell’opposizione con Italia Viva.

Nel testo della sua interpellanza, Gozzi menziona “lo stato di evidente ammaloramento delle alberature di arancio amaro di viale Modugno e, in particolare, di diversi esemplari irrimediabilmente danneggiati dal passaggio di automezzi, completamente secchi o, in alcuni punti, del tutto asportati senza che si sia provvisto a una sostituzione”.

Avvenente ha replicato: “Aster è stata coinvolta come soggetto interessato agli interventi di manutenzione. Aggiungo però, prima di entrare nel merito della tempistica, che finalmente con i presidenti di Commissione mi è stato confermato che potremo realizzare una Commissione apposita che lavorerà i primi giorni di dicembre con gli uffici del verde del Comune e Aster. Aster ha confermato la disponibilità per sostituire le piante ammalorate. Le strade di Pegli sono tutelate dalla Soprintendenza perché storicamente caratterizzate da piante di arance amare. Non si può piantumare nulla che non siano quelle piante che da secoli sono peculiari di Pegli. Elimineremo le piante secche e le ceppaie”.

Un lavoro importante, quindi, che dovrebbe veder messa in pratica la mozione approvata lo scorso febbraio all’unanimità a Palazzo Tursi. Il testo impegnava il Sindaco e la Giunta “a voler prendere in considerazione la possibilità di portare a compimento le opere di sostituzione delle piante morte e abbattute attraverso la rimozione della ceppaia e la messa in opera di nuove piantumazioni che dovranno rispettare le linee guida della Soprintendenza ai Beni Paesaggistici, che stabilisce per il territorio pegliese la tipicità delle piante di arancio amaro”.

Nella seduta del 1° febbraio dove passò all’unanimità il testo della mozione, l’allora assessore ai Lavori Pubblici, Pietro Piciocchi, dichiarò: “Quanto a viale Modugno e a via Vespucci, qui a breve partirà la progettazione per definire i reimpianti dei viali, che necessitano un ripensamento delle specie per una migliore gestione e anche in considerazione della complessità dei siti di impianto a causa del vincolo che grava sull’area: si sta valutando se sia opportuno mantenere i filari su ambo i lati della strada o in modo differente, tenuto conto che la maggior causa del deperimento e morte degli aranci è stata causata dai continui danneggiamenti delle auto in sosta o in manovra e del passaggio dei mezzi di Amiu e Amt che continuano a menomare le chiome”. Ora gli aranci torneranno, finalmente.

Alberto Bruzzone

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium