/ Cronaca

Cronaca | 25 novembre 2022, 12:52

Violenza contro le donne, nel 2022 sono aumentati i maltrattamenti in famiglia a Genova e in provincia

Sono state 180 le denunce per maltrattamenti in famiglia nella città di Genova nei primi dieci mesi nel 2022, un incremento del 24% rispetto allo stesso periodo del 2021

Violenza contro le donne, nel 2022 sono aumentati i maltrattamenti in famiglia a Genova e in provincia

Sono state 180 le denunce per maltrattamenti in famiglia nella città di Genova nei primi dieci mesi nel 2022, un incremento del 24% rispetto allo stesso periodo del 2021, quando le denunce sono state 145. Il dato è fornito dalla Questura di Genova che, nell’ambito della campagna “Questo non è amore”, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, partecipa all’iniziativa “Qui non c’è posto per la violenza” promossa dalla Regione Liguria in collaborazione con il Comune di Genova, l’A.M.T., i centri antiviolenza e le associazioni che operano sul territorio.

Nella provincia, i maltrattamenti in famiglia nel 2022 finora ammontano a 226 contro i 212 dello scorso anno. In calo, sia per quanto riguarda la città che la provincia, le denunce per atti persecutori, che a Genova passano da 120 a 108 e in provincia da 166 a 138. Sono aumentate le percosse, a Genova da 105 a 125 e in provincia da 164 a 176. Aumento vertiginoso per quanto riguarda gli ammonimenti per violenza domestica che nella città di Genova sono aumentati del 68% (da 25 a 42) e in provincia del 75% (da 28 a 49). Aumentano anche gli ammonimenti per condotte reiterate, minacce o molestie che in città passano da 7 a 9 e in provincia da 7 a 13. 

Nel contesto dell’evento che si svolge in piazza De Ferrari, dalle ore 11 alle ore 18, dove sosterà un bus dedicato alla divulgazione di messaggi di sensibilizzazione sui temi della violenza di genere in cui verrà installato un sedile rosso che richiamerà il tema della campagna, è prevista la partecipazione di un’equipe multidisciplinare composta da operatori specializzati della Questura al fine di fornire utili informazioni nonché agevolare un contatto diretto con le potenziali vittime per favorire l’emersione del fenomeno.

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium