/ Eventi

Eventi | 05 dicembre 2022, 14:38

Il 15 dicembre a Recco incontro dal titolo "Il terremoto dove nessuno se lo aspettava in val Trebbia"

In questo incontro gli ospiti spiegheranno il fenomeno del terremoto, come viene studiato, che cosa stanno facendo per indagare la sequenza di scosse in val Trebbia tra il settembre e l'ottobre 2022 e i primi risultati a cui sono giunti

Il 15 dicembre a Recco incontro dal titolo "Il terremoto dove nessuno se lo aspettava in val Trebbia"

Le scosse di terremoto del 22 settembre e del 4 ottobre con epicentro a Bargagli e Davagna, sentite distintamente a Genova, nel levante e soprattutto nell’entroterra, hanno posto molte domande a chi ci vive e anche agli scienziati che storicamente non avevano mai trovato tracce di terremoti di quella magnitudo in quelle zone. Fortunatamente non ci sono state né vittime né feriti, ma molti danni segnalati in un’area molto vasta e soprattutto molta paura per un fenomeno col quale da adesso dovremo fare i conti. Perché i terremoti hanno la brutta abitudine di rifarsi sentire dove hanno già colpito. Raramente, come in questo caso, dove nessuno se lo aspettava.

Per questo motivo il Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Recco ha invitato i sismologi e i geologi dell’Università di Genova, che hanno in gestione, anche per conto di INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), la rete sismografica del nord ovest, ad un incontro che si terrà a Recco alle 20.30 di giovedì 15 dicembre nella Sala Polivalente di via Ippolito D’Aste 2b. In questo incontro gli ospiti spiegheranno il fenomeno del terremoto, come viene studiato, che cosa stanno facendo per indagare la sequenza in val Trebbia e i primi risultati a cui sono giunti. Tali risultati sono stati ottenuti anche dalle registrazioni della sequenza sismica effettuate con i sei nuovi sismografi installati dall’Università a Davagna, Lumarzo, Cornua e con il settimo, installato a fine novembre, nella sede del Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Recco.

Questo incontro sarà la giusta occasione per porre domande e capire meglio questi fenomeni naturali. Al termine della serata ci sarà un intervento su quello che si può e si deve fare per ridurre i rischi in caso di nuove forti scosse.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium