/ Cronaca

Cronaca | 22 marzo 2024, 19:38

Tragedia sul lavoro a Pegli, accertamenti su presenza dotazioni di sicurezza in cantiere e su inquadramento operaio

L’area in cui é avvenuto l’incidente é stata posta sotto sequestro

Tragedia sul lavoro a Pegli, accertamenti su presenza dotazioni di sicurezza in cantiere e su inquadramento operaio

Sarebbero emerse carenze nelle dotazioni di sicurezza necessarie a poter svolgere lavori su ponteggi, relative a coperture della struttura e imbragature nel corso degli accertamenti sull'incidente mortale sul lavoro avvenuto oggi a Pegli, in via Granara, nel ponente di Genova.

A perdere la vita C.B., operaio di 45 anni di origini tunisine, precipitato da un'altezza di oltre 5 metri mentre si trovava sul tetto di un casolare del quale stava effettuando la ristrutturazione. La tragedia è avvenuta nella zona alle spalle di Pegli, verso la Val Varenna. 

Il 45enne stava lavorando da solo sul tetto, mentre nel cantiere era presente un altro operaio, il primo a dare l'allarme. Sul posto il 118 con automedica e pubbliche assistenze della zona ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare. L'uomo lascia una moglie e una figlia piccola.

Il cantiere è stato posto sotto sequestro e si dovranno attendere le risultanze dell'autopsia che con ogni probabilità verrà eseguita nei prossimi giorni. Intanto sono in corso gli accertamenti da parte dell'ispettorato del lavoro della Asl 3 di Genova che trasmetterà le risultanze delle prime verifiche alla procura. Accertamenti in corso anche sul regolare inquadramento dell'operaio, che risultava titolare di partita iva ma di fatto lavorava da solo a una grossa ristrutturazione in un contesto rurale.

Valentina Carosini

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium