/ Politica

Politica | 20 maggio 2024, 19:03

Caso Toti, continua a crescere la richiesta di dimissioni: raccolte ventimila firme da “Genova che osa”

A consigliere e consiglieri del centrodestra è stato proposto di rispondere esprimendosi rispetto ad alcune intercettazioni che rivelano le posizioni di Toti e Bucci sulle questioni portuali

Caso Toti, continua a crescere la richiesta di dimissioni: raccolte ventimila firme da “Genova che osa”

"Genova che osa" si prepara a un confronto pubblico con il centrodestra. Domani gli attivisti del movimento saranno di fronte al consiglio regionale per chiedere risposte dirette ad alcune domande cruciali. 

“Abbiamo sfidato consigliere e consiglieri del centrodestra a uscire e rispondere in diretta ad alcune domande - spiega Lorenzo Azzolini di Genova che osa - vedremo chi tra loro accetterà il nostro invito.”

Intanto la raccolta firme per le dimissioni di Toti ha raggiunto quasi le 20mila sottoscrizioni, con un rapido aumento di 10mila persone in meno di una settimana. Parallelamente, sono stati inviati oltre 70mila messaggi alle persone elette in Regione.

Il movimento propone un confronto diretto sui social e di fronte al consiglio regionale, ponendo l'attenzione sulle posizioni di Toti e Bucci riguardo alle questioni portuali e sulle richieste di dimissioni del presidente.

Consigliere e consiglieri di centrodestra stanno provando a fingere che nulla sia successo ma il presidente Toti è ancora ai domiciliari: è surreale. - attacca Azzolini - Basti pensare al dibattito di domani in consiglio, come possono discutere della diga ignorando le accuse di corruzione?”.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium