/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 14 agosto 2018, 12:16

Crollo del Ponte Morandi: la tragedia che ha funestato Genova (VIDEO e FOTO)

Un lungo tratto del viadotto su cui corre l'A10 è improvvisamente crollato. Le macerie sono piombate sulle auto e case sottostanti nell'area del Polcevera, seminando morte e distruzione

Crollo del Ponte Morandi: la tragedia che ha funestato Genova (VIDEO e FOTO)

Un crollo improvviso e gravissimo ha troncato in due il Ponte Morandi, sull'autostrada che attraversa il ponente di Genova. Sul posto, immediato l'intervento di vigili del fuoco, soccorsi e forze dell'ordine. 

Il cedimento è avvenuto poco prima di mezzogiorno. Una veduta impressionante quella del ponte distrutto. Le macerie sono cadute sulla sottostante via Fillak, a Rivarolo.

Dalle prime informazioni ricavate dai pompieri e dalla protezione civile, si sarebbe trattato di un cedimento strutturale. 

Sulla A10 Genova-Savona tra il Bivio per l' A7 Genova-Serravalle e Genova Aereoporto, in entrambe le direzioni si è resa necessaria la chiusura del tratto. Sul tratto chiuso il traffico è bloccato con code. Inoltre per tale motivo si sono formate code sull' a12 Genova-Rosignano Marittimo verso Genova a tra Genova ESt e il Bivio per l' A7 verso Genova e sull' A7 tra Bolzaneto e il Bivio per l' A10 Genova-Savona.

Numerose le auto rimaste incastrate e schiacciate dai pesanti detriti del ponte crollato, mentre alcuni mezzi pesanti sono finiti nel torrente Polvecera. In via precauzionale sono state sgomberate alcune palazzine più vicine alla parte di ponte che non è crollata.

Le macerie del viadotto hanno sfiorato i capannoni di Ansaldo Energia. L'ingresso della fabbrica si trova proprio sotto il ponte, ma il crollo ha interessato una campata situata a pochi metri di distanza che è precipitata su un'area di parcheggio. 

Sono 26, al momento, le vittime accertate del crollo del ponte (23 sul posto, 1 in sala operatoria e le ultime 2 estratti). Ancora in corso la conta dei feriti, sinora indicati nel numero di 11. Tra le vittime già rinvenute anche un bimbo. Sono in totale 440 le persone costrette a lasciare la propria abitazione a seguito del crollo che ha interessato questa mattina il ponte. Il numero potrebbe aumentare poiché sono ancora in corso le valutazioni sugli sgomberi.

"La città non è in ginocchio, saprà reagire, ha affermato con vigore il sindaco di Genova Marco Bucci al termine della riunione in protezione civile sul crollo del viadotto. "La città saprà continuare suo percorso di crescita", ha detto Bucci che ha ringraziato "i molti Comuni e aziende italiani che si sono resi disponibili aiutarci". 

"La nostra preoccupazione è l'attività di soccorso per le vittime e per i feriti, poi stiamo lavorando anche per creare una viabilità alternativa soprattutto in vista dei rientri dei turisti nei prossimi giorni". Lo ha affermato il capo della protezione civile, Angelo Borrelli, a margine del comitato operativo in corso a Roma. "Abbiamo in campo più di 240 unità dei vigili del fuoco, provenienti anche dalle altre regioni - ha concluso - Due reggimenti del genio e poi un coordinamento in prefettura e in Regione".

"In relazione al crollo di parte del viadotto Polcevera sull’A10 - Autostrade per l’Italia comunica - che sulla struttura, risalente agli anni ‘60, erano in corso lavori di consolidamento della soletta del viadotto e che, come da progetto, era stato installato un carro-ponte per consentire lo svolgimento delle attività di manutenzione. I lavori e lo stato del viadotto erano sottoposti a costante attività di osservazione e vigilanza da parte della Direzione di Tronco di Genova.  Le cause del crollo saranno oggetto di approfondita analisi non appena sarà possibile accedere in sicurezza ai luoghi". 

Il ponte sul torrente Polcevera ha una lunghezza di 1.182 metri, un'altezza al piano stradale di 45 metri e 3 piloni in cemento armato che raggiungono i 90 metri di altezza. Venne edificato con una struttura mista: cemento armato precompresso per l'impalcato e cemento armato ordinario per le torri e le pile.

I VIDEO del cedimento e del disastro:

Le dichiarazioni: 

"Mi sono messo immediatamente in contatto con il ministro Danilo Toninelli, il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli e le autorità competenti" scrive Conte in un post, in cui conferma di essere "in costante aggiornamento con i responsabili dei soccorsi e tra qualche ora mi sposterò a Genova per seguire direttamente in loco il coordinamento delle attività e per portare la vicinanza di tutto il Governo alle vittime di questa tragedia e ai loro familiari".

"Stiamo seguendo minuto per minuto la situazione del crollo del ponte di Genova, ringrazio fin da ora i 200 vigili del fuoco (e tutti gli altri eroi) che stanno già adesso lavorando per salvare vite". Lo scrive il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini su Twitter. 

 

"Tutto il governo, in particolare il ministro dei trasporti Danilo Toninelli, sta seguendo con attenzione quanto sta succedendo a Genova. È una tragedia immane. I soccorritori sono incessantemente al lavoro e li ringrazio per il loro impegno. Mi sto recando sul posto perché lo Stato, in questo momento, deve far sentire la sua vicinanza ed essere accanto prima di tutto alle famiglie delle vittime". Lo scrive in un post il vicepremier e ministro Luigi Di Maio.

Il premier spagnolo Pedro Sanchez esprime solidarieta' a "tutto il popolo italiano e , in particolar modo, alle vittime" del crollo a Genova. Pubblicando un tweet della Polizia di Stato italiana Sanchez scrive "il Governo spagnolo vuole esprimere la sua solidarieta' a tutti gli italiani" e chiude con una frase in italiano "stiamo con voi".

"Invio la mia solidarietà al popolo di Genova e di tutta l'Italia dopo il terribile collasso del ponte". Così la cancelliera tedesca Angela Merkel. "Il mio pensiero e quello di molti tedeschi va alle vittime e alle loro famiglie", ha aggiunto.

"Una tragedia immane. Roma esprime la sua vicinanza alla città di Genova, ai familiari delle vittime e dei feriti del crollo". Così su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi.

"Con i soccorritori sul luogo del crollo del Ponte Morandi. Uno scenario drammatico. Il mio ringraziamento va alle forze dell'ordine, ai Vigili del fuoco, Polizia municipale, Protezione civile e a tutte le persone impegnate a prestare aiuto alla città e alle persone coinvolte". Così il sottosegretario alle Infrastrutture Edoardo Rixi, che è sul luogo del crollo, commenta via Fb il crollo del viadotto. 

"Quanto sta succedendo a Genova mi ha sconvolto. Dobbiamo lavorare sodo affinché quello che stiamo vedendo non succeda mai più. Un grazie ai soccorritori impegnati in questo momento. Una preghiera per chi ha perso la vita". A dirlo è il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio con un tweet.

"Il Ministro Elisabetta Trenta sta seguendo costantemente la situazione relativa al crollo del ponte di Genova: siamo vicini a quanti sono rimasti coinvolti in questa tragedia e siamo pronti a supportare i soccorritori con uomini e mezzi delle Forze armate a sostegno della cittadinanza", scrive in un tweet la titolare del Ministero della Difesa.

"Il pensiero alle persone e alle famiglie colpite. La gratitudine a chi sta prestando soccorsi. La Regione Emilia Romagna è a disposizione per qualsiasi necessità". E il commento del presidente della Conferenza delle Regioni e governatore dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini. 

Toscana disponibile a inviare i soccorsi che saranno necessari a Genova per il crollo del ponte dell'autostrada. Lo rende noto il presidente della Toscana Enrico Rossi, che esprime dolore e solidarietà della Regione Toscana.

"Seguendo con preoccupazione le notizie che arrivano da Genova, esprimo solidarietà e vicinanza alle persone coinvolte, al sindaco e all'intero Comune di Genova, oltre a un profondo ringraziamento a tutte le forze impegnate nei soccorsi". E' il tweet diffuso da Chiara Appendino, sindaca di Torino.

- "Stamane a Genova è accaduta un'altra tragedia inaccettabile, l'ultima di una lunga serie: il crollo del ponte Morandi certifica l'assoluta assenza di controlli e comprova lo stato pietoso dei viadotti nel nostro Paese, che - purtroppo - troppi cittadini hanno già pagato con la vita o con danni gravissimi". Lo scrive il Codacons. 

Vladimir Putin ha espresso le sue condoglianze al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la tragedia di Genova, dove oggi è collassato parte del viadotto Morandi dell'autostrada A10. Lo fanno sapere le agenzie di stampa dell'Est europeo.

"Il mio cuore e i miei pensieri sono a Genova con le vittime, le loro famiglie e i loro cari". Così il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk su Twitter. 

rg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium