/ Cronaca

Cronaca | 28 agosto 2018, 10:56

Crollo ponte, Ferrazza: "Non mi fu mai presentato un quadro tale da far chiudere il Morandi"

Roberto Ferrazza, ex presidente della commissione del Mit sul crollo di ponte Morandi è stato ascoltato dal pm: "In nessuna circostanza ufficiale mi fu mai presentato un quadro di gravità tale che poteva fare pensare alla chiusura, totale o parziale, del Morandi"

Crollo ponte, Ferrazza: "Non mi fu mai presentato un quadro tale da far chiudere il Morandi"

Roberto Ferrazza, ex presidente della commissione ispettiva del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti sul crollo di ponte Morandi e provveditore alle Opere pubbliche di Piemonte, Liguria e Val d'Aosta, dopo la rimozione dalla carica della scorsa settimana, è stato ascoltato dal pm Massimo Terrile dopo essersi presentato spontaneamente, rilasciando dichiarazioni e documenti.

Nominato dal Ministro Toninelli, l'architetto era a capo della commissione del Provveditorato, di cui faceva parte anche l'altro dimissionario, Antonio Brencich, che a febbraio approvò, pur con alcuni rilievi, il progetto di ristrutturazione del ponte presentato da Autostrade.

Ferrazza ha confermato al pm: "In nessuna circostanza ufficiale mi fu mai presentato un quadro di gravità tale che poteva fare pensare alla chiusura, totale o parziale, del Morandi. In ogni caso il mio ruolo, in quanto presidente del comitato, si limitava a un parere tecnico sul progetto".

rg

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium