/ Eventi

Eventi | 17 ottobre 2018, 11:43

Buio Pesto: "Il nostro dialetto" diventa un recital ad Arenzano

Sabato 20 ottobre alle ore 21 i Buio Pesto porteranno al teatro Il Sipario Strappato di Arenzano il loro primo lavoro teatrale, "Il nostro dialetto"

Buio Pesto: "Il nostro dialetto" diventa un recital ad Arenzano

Sabato 20 ottobre alle ore 21 i Buio Pesto porteranno al teatro Il Sipario Strappato di Arenzano il loro primo lavoro teatrale, "Il nostro dialetto".

Si tratta di un recital durante il quale i componenti del gruppo raccontano la storia delle loro canzoni, esaminando i testi in genovese. Attraverso l'esecuzione di alcune tra le loro più celebri canzoni (e non solo), con proiezione di immagini e video e testimonianze dei membri del gruppo, si scopre come i Buio Pesto abbiano donato nuova “giovinezza” al dialetto ligure, relegato a ruolo di “lingua minore”, destinata solamente al vecchio teatro di prosa e a qualche sporadica manifestazione culturale.

I Buio Pesto hanno “modernizzato” il dialetto, dopo averlo attentamente analizzato, introducendo decine di nuovi termini precedentemente inesistenti, poiché appartenenti alla nuova era tecnologica, fino a formare un vero e proprio “dizionario” virtuale nelle loro canzoni, apprezzato e promosso dai grandi esperti liguri di dialetto.

Il titolo ha dunque doppia valenza: il dialetto è il “nostro”, ovvero quello forgiato dai Buio Pesto, ma anche il “nostro” dei liguri, ovvero degli spettatori che vedranno lo spettacolo.

Nel recital musicale della durata di due ore che i Buio Pesto porteranno a teatro si scoprirà che moltissime parole del nostro dialetto sono semplicemente intraducibili, che in Liguria si usano unità di misura uniche al mondo, che sono state “italianizzate” molte parole dialettali per renderle comprensibili a tutti e che non c’è niente di meglio dell’irresistibile sonorità dei proverbi per insegnare il dialetto ai “foresti”.

Sarà ripercorsa la storia del gruppo (dal 1995 100.000 copie vendute, 350 canzoni realizzate, oltre 900 concerti e quasi 1.400.000 spettatori), ma niente paura per chi non padroneggia il dialetto “zeneize”: le canzoni saranno corredate, sul maxi-schermo, da didascalie. Il coinvolgimento del pubblico, marchio di fabbrica della band, sarà assicurato da colpi di scena, barzellette e le immancabili gag.

Il biglietto costa 12 euro; ingresso ridotto: 10 euro.

Info e prenotazioni: 3396539121.

rg

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium