/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | giovedì 08 novembre 2018, 17:21

“Leoni Art Project“, la mostra internazionale di arte visionaria a Palazzo Doria Spinola

La rassegna, penultimo appuntamento dell’ottava edizione di “Arte e Cultura a Palazzo Doria Spinola” coinvolge 42 tra fotografi e pittori, provenienti da 32 paesi differenti

“Leoni Art Project“, la mostra internazionale di arte visionaria a Palazzo Doria Spinola

Un viaggio onirico e surreale tra conscio e inconscio, in un’empatica ricerca della forma dell’immaginario umano. Inaugura giovedì 15 novembre a Palazzo Doria Spinola la mostra fotografica internazionale di Arte Visionaria “Leoni Art Project”, che coinvolge fotografi e pittori provenienti da 32 nazione differenti. La rassegna collettiva, organizzata da EventidAmare, dall’associazione culturale Liguria-Ungheria e dal Consolato onorario di Ungheria per la Liguria rappresenta il penultimo evento dell’ottava edizione di “Arte e Cultura a Palazzo Doria Spinola”, e sarà visitabile fino al 30 novembre.

La mostra fotografica internazionale di Arte Visionaria “Leoni Art Project”, inserita nella manifestazione “Arte e Cultura a Palazzo Doria Spinola”, "nasce da una intuizione di Corrado Leoni – racconta Pietro Bellantone, Presidente delle associazioni EventidAmare e Liguria-Ungheria – e ha lo scopo di comporre un’esposizione collettiva che coinvolga per la prima volta artisti da tutto il mondo». Una rassegna collettiva che dà vita a una sinfonia frizzante di colori tra mondo reale e immaginazione, eliminando ogni frontiera geografica. "In 'Leoni Art Project' – aggiunge Bellantone – si possono ammirare opere da 32 Nazioni di 5 continenti differenti con un unico denominatore: l’Arte Visionaria". “Leoni Art Project”, che in termini temporali segue il ciclo di manifestazioni legate alla figura di Niccolò Paganini, rimarrà allestita per tutto il mese di novembre al Palazzo della Prefettura. "Palazzo Doria Spinola si caratterizza sempre più – aggiunge Barbara Grosso, assessore al Marketing territoriali, alle Politiche culturali e alle Politiche per i giovani del Comune di Genova – come vero e proprio contenitore di cultura. È un’esposizione collettiva di grande interesse, che comprende foto 'visionarie' e opere di digital art realizzate da artisti provenienti da tutto il mondo".

"Quest’anno 'Arte e Cultura a Palazzo Doria Spinola' – spiega Ilaria Cavo, assessore alla Cultura e Spettacolo di Regione Liguria – presenta, sempre con la consolidata collaborazione del Consolato Onorario di Ungheria per la Liguria, un’iniziativa di notevole interesse culturale e dal carattere fortemente internazionale, che manifesta vivacità culturali e legami trans-nazionale, all’insegna della creatività e dell’attualità artistica". Dopo 'Paganini fa il bis'dello scorso 26 ottobre, l’ottava edizione di 'Arte e Cultura a Palazzo Doria Spinola' si avvicina alla conclusione, che avverrà il 4 dicembre. "Siamo lieti – conclude Giuseppe M. Giacomini, console onorario di Ungheria in Italia – di contribuire alla realizzazione di questa esposizione, nella quale partecipano 42 artisti in rappresentanza di 32 Nazioni: un abbraccio culturale, di suggestioni cromatiche, che supera qualsiasi confine geografico". Tra gli artisti che partecipano alla mostra, la giuria di Even­tidAmare decreterà il vincitore del Leon iArt Price, destina­to esclusivamente ad uno dei fotografi e artisti digitali le cui opere sono esposte al primo Loggiato Superiore del Palazzo Doria Spinola. Il premio, olio su alluminio di Corrado Leoni, sim­bolo della manifestazione, rappresenta un’anima, in attesa di essere reincarnata, fluttuante in un universo surreale in cui le nuove vite si sovrappongono con le loro sembianze e le loro future date di nascita.

Si parte alle 17, con la presentazione a cura di Pietro Bellantone, Presidente delle Associazioni Culturali EventidAmare e Liguria Ungheria. Seguono i saluti di Alfonso Gioia, Responsabile valorizzazione del patrimonio della Città Metropolitana di Genova e l’intervento di Giuseppe M. Giacomini, Console Onorario di Ungheria per la Liguria. Alle 17.30 il critico d’arte Daniele Grosso Ferrando tiene la conferenza “Arte Visionaria attraverso i secoli”, illustrando con una proiezione fotografica opere di importanti artisti del passato e contemporanei, per poi soffermarsi sul progetto “Leoni Art Project”. Segue l’inaugurazione dell’esposizione, che sarà visitabile fino al 30 novembre.

L’ottava edizione di “Arte e Cultura a Palazzo Doria Spinola” volge al termine venerdì 7 dicembre con “I Vini nell’Arte”. Dopo gli interventi di Daniele Grosso Ferrando e Virgilio Pronzati, il regista, autore e attore Pino Petruzzelli leggerà alcune pagine del suo nuovo libro “Io sono il mio Lavoro – storie di uomini e di vini”, dedicato a vignaioli e vini della Liguria. E proprio in concomitanza di quest’ultimo evento, iniziata il 5 giugno 2018, si concluderà, raggiungendo un eccellente successo di pubblico, l’esposizione delle pregevoli e suggestive installazioni-sculture dell’artista ungherese Balazs Berzsenyi in Prefettura. Un’inaugurazione, nel Loggiato Inferiore, che era stata animata da Cristiano Fabbri, danzando tra le opere dello scultore magiaro, mentre il violinista Eliano Calamaro eseguiva brani di Paganini.

“Arte e Cultura a Palazzo Doria Spinola” è organizzata da EventidAmare, dall’associazione culturale Liguria-Ungheria e dal Consolato onorario di Ungheria per la Liguria. Riceve inoltre il patrocinio di Regione Liguria, Città Metropolitana di Genova, Comune di Genova e Camera di Commercio di Genova.

L’ingresso è libero, il catalogo Erga Edizioni della manifestazione verrà distribuito gratuitamente fino ad esaurimento delle scorte.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore