/ Cronaca

Cronaca | 21 novembre 2018, 13:47

Villa Duchessa, parco chiuso sino al termine dell’emergenza

Danni ingenti dopo il maltempo: alberi crollati, decorazioni floreali distrutte. Volontari e gestori al lavoro. Lanciata una raccolta di fondi per poter effettuare tutti gli interventi

Villa Duchessa, parco chiuso sino al termine dell’emergenza

Oggi uno dei parchi più belli della città, sicuramente il più affascinante del Ponente genovese insieme a Villa Pallavicini a Pegli, è di fatto inagibile. Il cancello è chiuso, i visitatori non possono entrare a Villa Duchessa di Galliera. Il maltempo dei giorni scorsi ha provocato danni enormi.

Servono interventi d’urgenza, ma anche a lungo termine. Una sola cosa è sicura: che il parco, compreso l’ineguagliabile Giardino all’Italiana, riaprirà. Ma non si sa ancora quando.

Associazioni, volontari, amici, comitati voltresi e anche delle vicine delegazioni si sono mobilitati in maniera encomiabile. Insieme agli studenti e ad alcuni insegnanti dell’Istituto Agrario ‘Marsano’, che nei giorni scorsi hanno fatto lezione ‘sul campo’. Sono stati rimossi tronchi, liberate strade, tolte dall’isolamento alcune persone, completata la prima pulizia. Ma c’è ancora molto da fare, perché Villa Duchessa torni a splendere, ma anche perché sia in piena sicurezza.

Il novero dei volontari che ha affiancato i ragazzi dell’Ati Villa Galliera, che si occupano a più livelli della gestione dell’area, è stato ogni giorno sempre crescente. Ora, oltre all’aiuto fisico, in termini di braccia, occorre pure quello economico. Per questo, nei giorni scorsi è stata lanciata una raccolta di fondi.

Andrea Casalino, coordinatore dell’associazione temporanea d’imprese che cura il parco e le sue strutture, nonché presidente dell’Aps Sistema Paesaggio, fa il punto della situazione: “Martedì 29 ottobre, inaudite raffiche di libeccio hanno sferzato Villa Duchessa di Galliera, il Parco Storico più esteso in Liguria ed il più grande polmone verde fruibile gratuitamente a Genova. Già dal giorno seguente, i sopralluoghi svolti dai componenti dell'Ati Villa Galliera, neo gestore del Parco, Aster e Comune di Genova hanno costretto a prendere atto della necessità, per oggettive ragioni di sicurezza dovute al gran numero di alberi abbattuti o instabili, di chiudere al pubblico il Giardino all'Italiana e lo storico comprensorio che si sviluppa alla spalle del Palazzo”.

Da qui, è partita subito la corsa ad aiutare: “Le associazioni della Ati Villa Galliera, a supporto di Aster, concentrata sulla parte di Parco, la più colpita, compresa fra la bucolica valle dei daini ed il Santuario di N.S. delle Grazie, si sono già attivate per riaprire al più presto il Giardino all’Italiana e, gradualmente, tutto il resto. Ma per tale opera, difficile, che richiede passione e competenze, non si può non ringraziare di cuore il fondamentale apporto degli studenti dell’Istituto Agrario Marsano e l’Associazione Nazionale Alpini di Voltri”.

Casalino illustra i danni: “Lo sradicamento di alberi monumentali, sia presso il recinto dei daini sia in tutta la zona boschiva, ha reso impraticabili diversi viali, sia quelli più di passaggio che quelli di accesso a case coloniche e padiglioni storici. Nel Giardino all'Italiana, le quinte alberate che ne ombreggiano il perimetro hanno visto il crollo di ben quattro cipressi secolari; inoltre, alcune rose iceberg ed altre piante ornamentali, sono state colpite dai tronchi caduti o ‘bruciate’ dal salino soffiato dal libeccio. Stessa sorte per alcuni agrumi, azalee e camelie”.

A questo punto, “l'amore per il parco dell’Aps Sistema Paesaggio, degli Amici di Villa Duchessa, dei ragazzi del Marsano e degli Alpini, con il prezioso e indispensabile intervento di Aster, ha già fatto molto. Tuttavia, purtroppo, non basta: per ricostituire, entro la primavera ventura, parte della collezione botanica, sostituire cipressi ed altri tipi di alberi, nonché riportare sicurezza e decoro a viali e bosco, occorrono risorse economiche difficili da reperire, vista la tragica sequenza di emergenze cittadine”.

Ecco perché Sistema Paesaggio “invita privati e imprese che amano questo Parco a partecipare ad una raccolta fondi per sostenerne il graduale recupero e restituirlo alla fruibilità di cittadini e turisti. Periodicamente, sul sito villaduchessadigalliera.it, nonché sui profili social del Parco, saranno rendicontate la raccolta e le finalità per ogni singola area recuperata”.

L’Iban di Aps Sistema Paesaggio è: IT10 G 05034 01430 000000000 951, nella causale va scritto ‘Aiuto Per Villa Duchessa 2018’.

 

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium