/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 10 febbraio 2019, 10:30

Siap: "20 Poliziotti genovesi costretti a lavorare senza sosta a Torino nello sgombero dei centri sociali "

Siap, Traverso: "Impiegare poliziotti in servizio di ordine pubblico delicati come quelli connessi allo sgombero di un Centro Sociale a Torino senza poter riposare è una scelta inaccettabile e pericolosa"

Siap: "20 Poliziotti genovesi costretti a lavorare senza sosta a Torino nello sgombero dei centri sociali "

"Siamo di nuovo di fronte ad un grave comportamento del Dirigente del 6° Reparto Mobile di Bolzaneto il quale, oltre a violare per l’ennesima volta gli accordi sindacali sugli orari di lavoro, questa volta aggrava la situazione scegliendo di far lavorare il personale senza farlo riposare". Così Roberto Traverso del Siap.

"Impiegare poliziotti in servizio di ordine pubblico delicati come quelli connessi allo sgombero di un Centro Sociale a Torino senza poter riposare è una scelta inaccettabile e pericolosa. Il Siap nella serata di sabato 9 febbraio ha diffidato formalmente il Dirigente a non impiegare il giorno dopo a Torino, 20 poliziotti genovesi che in quel momento stavano lavorando nel capoluogo piemontese e che una volta finito il servizio sarebbero arrivati a Genova oltre le ore l'una di notte per poi ripartire di nuovo per Torino alle ore 8 di domenica, senza riposare a casa nemmeno per 6 ore! Incredibile ma vero!".

"Diffida che il Dirigente non ha voluto ascoltare. Siamo preoccupati di fronte a tanta superficialità. Lavorare a Torino una città ferita e devastata da una violenza assurda e inaccettabile dove lo Stato deve far prevalere la sua democraticità è molto difficile e la pressione psicologica è molto alta: perché il Dirigente del 6° Reparto Mobile obbliga i poliziotti a lavorare senza riposare. Inoltre nel contingente in servizio a Torino ci sono operatori che non usufruiscono del riposo settimanale da più di un mese".

"Il Siap - conclude - vuole sapere se il Viminale sia al corrente di questa situazione che oltre a mettere a rischio la salute dei poliziotti evidenzia la volontà di mettere in piazza dei poliziotti stanchi. Una situazione grave che va oltre alle reiterate violazioni contrattuali messe in atto dal Dirigente del Reparto Mobile di Genova Bolzaneto, violazioni che comunque il Siap non intenderà tollerare per l’ennesima volta".

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium