/ Politica

Politica | 11 ottobre 2019, 13:24

Rixi sulla Gronda: "Pd supino ai 5 Stelle, non permetteremo che siano distrutti litorale e quartieri"

Il deputato ligure Edoardo Rixi: "Pronti alla mobilitazione: avanti su progetto esecutivo con autorizzazioni ambientali”

Rixi sulla Gronda: "Pd supino ai 5 Stelle, non permetteremo che siano distrutti litorale e quartieri"

Le dichiarazioni del viceministro al Mit Cancelleri e l’intervista di oggi a Battelli confermano quello che ripetiamo da giorni: i 5S non vogliono fare la Gronda e il Pd, compresi i fuoriusciti renziani, si sono totalmente asserviti ai diktat dei no su un’opera strategica, con progetto già approvato, finanziato e con tutte le autorizzazioni ambientali e urbanistiche pronte. Già nella mozione che Pd-Renzi-Leu-M5S hanno approvato alla Camera era evidente la volontà di fare retromarcia sulla Gronda: ora i 5 S sono usciti allo scoperto, nel silenzio assordante dei loro compagni di governo”.

Lo dichiara l’ex viceministro alle Infrastrutture e responsabile nazionale Infrastrutture della Lega, il deputato ligure Edoardo Rixi

Rivedere il progetto esecutivo – continua Rixi – si tradurrebbe in una retromarcia inaccettabile che equivarrebbe a ripartire daccapo con conseguente ulteriore allungamento di apertura dei cantieri tra minimo sei anni. Inoltre, anche sulle proposte di modifica del tracciato, siamo alla totale follia. Le dichiarazioni del viceministro grillino alle Infrastrutture Cancelleri, che vorrebbe far passare la Gronda sul litorale di Genova, sono una bestemmia: ma c'è mai stato a Genova? Far passare i mezzi pesanti, in mezzo alle case, sulla Guido Rossa, lungo costa, significherebbe distruggere interi quartieri e il litorale tra Pegli e Voltri. Una follia autentica: i genovesi non staranno a guardare ma neppure a sentire certe bestialità. Il viceministro Cancelleri pensi piuttosto alla sua Sicilia, che non ha infrastrutture degne di un Paese civile”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium