/ Politica

Politica | 11 febbraio 2020, 15:49

Ristorazione strutture sanitarie: stato di agitazione in Liguria

Filcams Cgil Fisascat Cisl Uiltucs Uil: "L’assessora Sonia Viale non ha voluto revocare né sospendere il bando di gara come richiesto dal sindacato a tutela dell’occupazione"

Ristorazione strutture sanitarie: stato di agitazione in Liguria

“Mattinata convulsa quella di oggi in Consiglio regionale – si legge in una nota di Filcams Cgil Fisascat Cisl Uiltucs Uil Genova e Liguria – dov’è stata riunita la conferenza dei capigruppo per discutere con le organizzazioni sindacali circa il bando per la ristorazione nelle strutture sanitarie in Asl 5, 2, il San Martino e l’Asp Brignole di Genova.

“L’assessora Sonia Viale – continua la nota – non ha voluto revocare né sospendere il bando di gara come richiesto dal sindacato a tutela dell’occupazione, ma ha rimandato ad un approfondimento tecnico con gli uffici e ad un successivo tavolo tecnico con le organizzazioni sindacali. Pur accogliendo l’apertura da parte dell’assessora si apre oggi lo stato di agitazione su tutti gli appalti di ristorazione ospedaliera della Liguria. Non si esclude di coinvolgere a cascata gli appalti di pulizia e vigilanza che hanno come committenza la Regione Liguria. La mancanza nel bando di clausole a tutela dell’occupazione rappresenta una minaccia per l’impianto generale dei bandi per i quali è previsto il sistema degli appalti e in quanto tale deve essere rispedita al mittente”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium