/ Cronaca

Cronaca | 06 settembre 2018, 15:17

Sì del riesame al sequestro dei fondi della Lega, parte l'iter per il blocco dei soldi

E' cominciata la procedura che porterà al sequestro di svariate decine di milioni di euro riferibili alla Lega: il partito potrebbe giocare la carta dei ricorsi

Sì del riesame al sequestro dei fondi della Lega, parte l'iter per il blocco dei soldi

L'autorizzazione al sequestro dei fondi della Lega, sancita dal tribunale del Riesame dopo che la Cassazione aveva accolto la richiesta della Procura di poter sequestrare somme al Carroccio oltre a quelle già prelevate, è l'ultimo atto che dà il via libera alle procedure per il blocco del denaro.

Ora la Procura dovrà interfacciarsi con il tribunale per ottenere il provvedimento di effettivo prelievo dei fondi, che verranno trasferiti al fondo unico della giustizia (Fug), in attesa che la sentenza di condanna di Umberto Bossi e Francesco Belsito diventi definitiva. E' tuttavia possibile nel frattempo che la lega faccia appello alla Cassazione per opporsi alla sanzione.

I giudici del tribunale del Riesame hanno motivato l'assenso al sequestro preventivo con lo scopo di "ristabilire l'equilibrio economico alterato dalla condotta illecita per cui non è subordinato alla verifica che le somme provengano dal delitto in quanto il denaro deve solo equivalere all'importo che corrisponde al profitto del reato, non sussistendo alcun vincolo pertinenziale tra il reato e il bene da confiscare".

RG


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium