/ Attualità

Attualità | 09 luglio 2019, 08:44

ANA Genova, il presidente Pansini: "Siamo la più grande associazione d'arma al mondo"

L'Associazione Nazionale Alpini ha compiuto 100 anni. La testimonianza commossa di Stefano Pansini

Immagine dell'Associazione Nazionale Alpini

Immagine dell'Associazione Nazionale Alpini

In occasione dei 100 anni dell'Associazione Nazionale Alpini, che si sono celebrati a Milano ieri, 8 luglio, non poteva mancare anche la sezione di Genova.

"Ho partecipato alla celebrazione del centenario. Eravamo almeno 1500 alpini, oltre 60 Vessilli sezionali e centinaia di gagliardetti di gruppo. E' stata per noi una grande emozione", spiega il presidente Stefano Pansini.

"Nel pomeriggio nella galleria Vittorio Emanuele abbiamo scoperto una lapide sotto le finestre ove l'8 luglio 1919 fu esposta la bandiera italiana dopo la fondazione dell'ANA. Era un anno difficile: nonostante la vittoria del 1918 si era quasi sull'orlo di una guerra civile - prosegue Pansini - Quello era l'unico tricolore esposto nel centro di milano. Sembrava una provocazione. Il Prefetto ingiunse la rimozione. Gli alpini si rifiutarono. Organizzarono un servizio di guardia continuo, giorno e notte. Difendevano l'idea di Patria, al di là di ogni partito e di ogni idea politica. Difendevano la memoria di tanti loro fratelli caduti al fronte per quella bandiera e per quell'idea. Questo è l'inizio della nostra storia. Sono passati 100 anni e non molto è cambiato. Il nostro motto attuale è 'Ricordiamo i morti aiutando i vivi'".

Questo, tradotto in cifre, vuol dire 16000 volontari attivi nella protezione civile, certamente la prima forza operativa. Vuol dire circa 70 milioni di euro prodotti come raccolta o ore gratuite di lavoro prestato in puro volontariato nel 2018. Vuol dire 350.000 soci, la più grande associazione d'arma al mondo.

"Oggi in galleria la nostra fanfara ha fatto vibrare i vetri e i cuori. E quando abbiamo cantato il nostro inno nazionale tutti, non solo chi portava il cappello con la penna, ha sentito un brivido di emozione grande. Questo il senso del nostro centenario. Non certo per alcun colore, ma solo per il tricolore e per tutto quella che ha rappresentato nella nostra storia", conclude Pansini.

Medea Garrone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium