/ Cronaca

Cronaca | 02 agosto 2019, 14:49

Ponti di Pegli: a ottobre la passerella pedonale, demolizione a dicembre

Ferrovie comunica al Comune e alla Regione il suo cronoprogramma. L’assessore Fanghella: “Appena decideremo le date, ci sarà l’assemblea pubblica per cui mi sono impegnato”. Linea ferroviaria tra Genova e Ventimiglia chiusa per 85 ore: possibile stop nelle festività natalizie

Ponti di Pegli: a ottobre la passerella pedonale, demolizione a dicembre

Mentre la stazione ferroviaria di Genova Pegli è stata finalmente dotata di una nuova passerella pedonale, con un doppio ascensore, grazie a un investimento di un milione e mezzo di euro da parte di Ferrovie dello Stato, emergono nuovi importanti dettagli rispetto ai lavori di ricostruzione dei due sovrappassi di via Martiri della Libertà e di via De Nicolay, di cui in delegazione si parla moltissimo e che hanno già in parte modificato le abitudini dei pegliesi, in merito soprattutto al capolinea dei bus collinari 93 e 189 e al conferimento dei rifiuti.

Nei giorni scorsi, durante una riunione in Regione Liguria (che è la responsabile della circolazione dei treni nella nostra regione e che concede l’incarico a Trenitalia), Reti Ferroviarie Italiane ha comunicato al Comune di Genova un cronoprogramma di massima degli interventi da compiere.

Il ponte di via Martiri infatti, attraverso un appalto diretto da parte dell’assessorato ai Lavori Pubblici di Tursi, è stato affidato direttamente a Ferrovie, mentre Aster (l’azienda che si occupa di cantieri e manutenzioni per conto del Comune di Genova) si occuperà del restyling dell’altro passaggio, quello di via De Nicolay.

L’intervento più completo e ‘invasivo’, come ribadito più volte dall’assessore Paolo Fanghella, sarà quello sul sovrappasso di via Martiri, che sarà interamente demolito e ricostruito: due milioni di euro, circa, il costo di questi lavori. Come noto, sulle date ci sono state parecchie polemiche.

Fanghella chiarisce: “Per ora è vero che c’è un cronoprogramma, ma si riferisce a mesi. I giorni precisi non li sappiamo ancora. Appena li sapremo, tutte le informazioni saranno comunicate e divulgate”. Fanghella tiene fermo il suo impegno: “Ci sarà un’assemblea pubblica a Pegli, presumibilmente i primi di settembre, per comunicare tutto con precisione. L’ho detto più volte e lo farò. Al momento continuo a dire che non ha senso, perché non ci sono date precise e dobbiamo prendere le ultime decisioni”.

L’assessore della giunta Bucci spiega: “È un cantiere molto complicato, che comporta chiusure al traffico veicolare, ferroviario e che modificherà il transito dei pedoni attraverso un’apposita pensilina. Fare delle scelte il meno impattanti possibile è nostro compito e ci stiamo ragionando profondamente”.

I lavori per l’installazione della pensilina sono però iniziati: “La ditta - precisa Fanghella - aveva appena terminato la passerella della stazione. Sono rimasti qualche giorno in più per compiere alcune opere preparatorie per l’altra struttura. Ma non sono iniziati i lavori. Se ne parlerà dopo agosto”.

Se mancano i giorni precisi, c’è un’idea di massima sui mesi: “Nel mese di ottobre, verrà realizzata la passerella pedonale, adiacente al sovrappasso di via Martiri. Sarà sul lato di levante, solo perché qui sotto passano i sottoservizi, quindi solo per questo motivo, e non per altro, non abbiamo potuto accontentare i commercianti della zona, che avrebbero preferito il lato di ponente. Poi, a dicembre avverrà la demolizione del vecchio manufatto. Quindi sarà costruito il nuovo. Monitoreremo tutto per filo e per segno, perché ovviamente nessuno vuole che diventi un ponte di via Giotto 2 (l’assessore si riferisce al piccolo viadotto sul Chiaravagna, a Sestri Ponente, la cui realizzazione, iniziata sotto la giunta Doria, è stata lunghissima, ndr)”.

Quanto alle chiusure del transito ferroviario, anche qui la decisione definitiva sulle date è da prendere: “Posso solo dire che ci saranno 85 ore di chiusura completa della tratta tra Genova e Ventimiglia. Interesserà tutti i tipi di treni, quindi passeggeri e anche merci. Si sta pensando di fissare questo periodo sotto le festività, ovvero in un momento di scuole e uffici chiusi. In una giornata lavorativa, infatti, è stato calcolato che per far fronte a una simile situazione servirebbero venti autobus ogni quarto d’ora, e la cosa non è possibile. Adegueremo comunque, questo è certo, un efficiente servizio di navette”.

Niente lavori in estate quindi, il mese ‘caldo’ sarà dicembre. In autunno passerella pedonale e, fino alla sua demolizione, ponte attuale di via Martiri che sarà percorribile con le attuali limitazioni al traffico. Poi, con la strada chiusa per la realizzazione del nuovo, saranno indicati i percorsi alternativi.

“Una cosa alla volta”, chiude Fanghella, “ma le comunicazioni le daremo e saranno precise e puntuali. Le polemiche? Il Municipio si comporti da Municipio, con il suo ruolo istituzionale, e non da opposizione in Consiglio Comunale”.

 

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium