/ Attualità

Attualità | 12 settembre 2019, 18:42

Pegli Lido, serve una commissione municipale specifica

La richiesta arriva dai tre capigruppo di maggioranza, Filippo Bruzzone, Ugo Truffelli e Giovanni Battista Sacco. “Troppi problemi non sono stati risolti. La cittadinanza si sente come in una zona ‘cuscinetto’ tra Pra’ e Pegli”

Pegli Lido, serve una commissione municipale specifica

Stretta tra Pegli da una parte e Pra’ dall’altra, la zona di Pegli Lido è sempre stata vista, ma non certo vissuta dai suoi residenti, come una zona di ‘quartiere’ cuscinetto. Una condizione che non è stata certo fruttuosa, né in termini di risonanza né in termini di considerazione.

Perché è la zona che, a Ponente, inizia a sentire per prima l’impatto rappresentato dalla presenza del porto container, perché la Villa Banfi, che dovrebbe essere un parco pubblico, giace in una condizione di pesantissimo degrado, perché la linea del bus 190 spesso subisce disservizi, perché gli insediamenti collinari di via Ungaretti, via Scarpanto e via Quasimodo sarebbero interamente da riprendere. E per molto, molto altro ancora.

Parlare di Pegli Lido, slegandola dal contesto del Ponente, non sarebbe corretto. Ma parlare di Pegli Lido, ed entrare nel cuore dei suoi problemi, attraverso lo strumento ‘ufficiale’ di una commissione consiliare, non solo è doveroso, ma pure sacrosanto.

A prendere questa iniziativa sono i tre capigruppo della maggioranza consiliare, presso il Municipio VII Ponente: Filippo Bruzzone di A Sinistra, Ugo Truffelli del Partito Democratico e Giovanni Battista Sacco della Lista Crivello.

I tre consiglieri municipali hanno presentato, nei giorni scorsi, una mozione per chiedere, appunto, una Commissione Municipale per Pegli Lido. Secondo i tre rappresentanti della maggioranza, “Pegli Lido è un quartiere al confine tra due delle tre delegazioni più estese del territorio municipale, e proprio per tale ragione risulta essere terra di confine, e spesso la cittadinanza avverte poca attenzione nei confronti di questa porzione di territorio. Va considerato che Pegli Lido vive diverse criticità, in primis la mancanza di opere di mitigazione nei confronti della piattaforma portuale di Pra’, e che la stessa cittadinanza lamenta una generale disattenzione sia nella cura del verde del quartiere, sia delle strade dello stesso”.

Quindi, secondo Bruzzone, Truffelli e Sacco, “visto che il confronto con i cittadini è sempre giusto e da perseguire, al fine di procedere a una corretta amministrazione condivisa del territorio”, si chiede al presidente del Municipio VII Ponente Claudio Chiarotti e alla Giunta Municipale “di attivarsi con i consiglieri preposti al fine di convocare in tempi utili le Commissioni Municipali competenti, per discutere e affrontare le numerose criticità di Pegli Lido, alla presenza non solo del Municipio, ma anche del sindaco Marco Bucci, dell’assessore all’ambiente Matteo Campora e dell’assessore ai lavori pubblici Pietro Piciocchi”.

Il consigliere Filippo Bruzzone aggiunge: “Pegli Lido si trova esattamente di fronte a quel ‘modulo aggiunto’ del porto di Pra’ dove vengono spesso collocati container contenenti sostanze pericolose. Solo questo dovrebbe bastare a far capire quanto questa zona sia dimenticata. C’è solo la ferrovia a dividere l’insediamento abitativo dal porto. In più, ho raccolto moltissime segnalazioni di disagio, ed è per questo che abbiamo spinto, attraverso una mozione, per la convocazione di una Commissione apposita, all’interno della quale la cittadinanza non solo potrà presenziare, ma anche prendere la parola. Mi pare uno strumento non solo democratico, ma anche più ufficiale rispetto a una assemblea pubblica. Spero vivamente che la nostra proposta venga votata e che si possa arrivare al più presto a questa discussione, che è veramente molto sentita da tantissime persone”.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium