/ Cronaca

Cronaca | 28 novembre 2019, 08:33

Chiusura A26: dalla Procura di Genova il terzo filone d'indagini

L'inchiesta è per omissione di lavori

Chiusura A26: dalla Procura di Genova il terzo filone d'indagini

Dopo la chiusura della A26, la Voltri-Gravellona Toce, per la pericolosità dei viadotti Fado e Pecetti, si è aperto un nuovo filone d'indagini, il terzo, sui viadotti crollati.

Anche questo, infatti, è una "costola" dell'inchiesta sul crollo del Ponte Morandi e sui falsi report di Autostrade.

Per ora l'accusa, a carico di ignoti, è quella di omissione di lavori in costruzioni che minacciano rovina: infatti tutto è partito dalle segnalazioni dei consulenti, che avrebbero riscontrato lo stato di corrosione del cemento dell'impalcato del Fado e del Pecetti, che risulterebbe non corrispondere al voto, nella scala di riferimento, attribuito dai tecnici di Spea fino allo scorso giugno.

Intanto sono ben 18 i viadotti sottoposti a verifiche.

   

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium