/ Politica

Politica | 16 giugno 2020, 14:27

Ponente, dal Municipio 200.000 euro investiti in opere pubbliche

Lavori a Villa De Mari a Palmaro; nuova pavimentazione in salita Monte Oliveto a Multedo; nuova aiuola in piazza Lido a Pegli; un programma di asfaltature nel centro storico di Voltri; rifacimento dei giardini di via Cravasco a Ca’ Nuova

Ponente, dal Municipio 200.000 euro investiti in opere pubbliche

Si chiama tecnicamente capitalizzazione dei municipi ed è la cifra assai importante di 200.000 euro che il VII Ponente, a partire dal prossimo luglio e grazie al supporto di Aster, si prepara ad investire per tutta una serie di manutenzioni che riguardano il territorio di competenza; lavori di ripristino e asfaltature che riguardano un po’ tutte le delegazioni, a partire da Pegli e Multedo per arrivare a Pra’, Palmaro e Voltri. L’assessore municipale con delega alle Opere pubbliche Matteo Frulio illustra il quadro dei cantieri previsti: “Investiamo - spiega - tutta la disponibilità che abbiamo e lo facciamo in progetti che sono rimasti indietro per troppo tempo, anche nonostante gli impegni che si era assunta l’amministrazione comunale”. È un punto di vista che peraltro riassume in sé l’essenzialità dell’istituzione municipio, ovvero l’ente più prossimo al territorio, ma mai così messa da parte come negli ultimi anni. Ecco il quadro dei lavori previsti.

Pegli Lido: dopo aver messo mano nei mesi scorsi al marciapiede all’angolo con via Ungaretti, ora l’impegno del Municipio, di comune accordo con i commercianti della zona, è quello di riqualificare l’aiuola centrale di piazza Lido, attraverso i fondi per le opere cosiddette ‘urgenti e diffuse’. Questa mattina l’assessore Frulio, insieme al consigliere municipale di A Sinistra Filippo Bruzzone, ha svolto un sopralluogo in zona, per decidere il da farsi e stabilire che tipo di assetto dare all’aiuola e con quali fioriture e piante.

Multedo: l’obiettivo, illustrato anche attraverso sopralluoghi nei giorni scorsi e di comune accordo con la Soprintendenza ai beni storici e artistici, è quello di far tornare all’antico splendore salita Monte Oliveto, cioè la mattonata che da via Antica Romana sale verso la parrocchia di Multedo. “Il primo tratto sino all’oratorio - illustra Frulio - è in buono stato e pure i lavori per la posa della fibra ottica sono stati eseguiti correttamente, anche grazie all’attività di supporto e monitoraggio che abbiamo fatto rispetto alla ditta esecutrice. La parte dall’oratorio verso la parrocchia invece è decisamente ammalorata. Il percorso verrà interamente rifatto rispettando l’originale soprattutto nell’ultimo tratto che è quello messo peggio”; verranno investiti in tutto 30.000 euro.

Varenna: sono previsti, anche attraverso il supporto da parte di uno sponsor privato, dei lavori di riqualificazione del tratto alto di via Opisso, all’imbocco con l’inizio della Val Varenna. C’è un progetto che riguarda sia i marciapiedi che la sede stradale e che deve trovare i finanziamenti.

Palmaro: il grosso della capitalizzazione riguarda proprio il sestiere tra Pra’ e Voltri, che da anni attende un miglioramento, anche rispetto alle delegazioni vicine. Anzitutto, verrà completamente rifatto l’asfalto in via Murtola, poi ci si concentrerà su villa De Mari, sia per quanto riguarda il parco che l’edificio, anche grazie a una sponsorizzazione da parte del Psa di Voltri Pra’. “Con 25.000 euro - spiega Frulio - metteremo mano all’ingresso principale: verrà posto in sicurezza uno dei due piloni che reggono il cancello e lo stesso cancello verrà ridipinto. Effettueremo la pulizia del sottobosco e risistemeremo i vialetti, quindi rimetteremo a nuovo i giochi per i bambini. Altri 15.000 euro invece verranno utilizzati per alcune sale interne della villa dove durante l’anno si svolgono diverse attività”.

Voltri: gli interventi saranno quasi tutti legati alle asfaltature, anche perché sono state seriamente compromesse dagli scavi per la posa delle fibre ottiche. Attraverso un accordo tra Open fiber, Aster e il Municipio, si porrà attenzione a via Cialdini, via Guala e via Cerusa. “L’altro aspetto - osserva Frulio - è la messa in sicurezza di via Chiaramone. Il Comune, nonostante questa strada sia in pessime condizioni, non l’ha inserita all’interno del piano triennale delle opere pubbliche: lo considero sbagliato perché in questi anni, anche per il fatto che non c’è marciapiede, parecchie persone sono cadute e si sono pure fatte male. Ce ne occupiamo noi, anche perché la situazione, così com’è, non può più essere tollerata. Nei lavori di pavimentazione sarà inclusa pure piazza Saredo”.

Ca’ Nuova: in accordo con il comitato di via Cravasco, saranno riqualificati i giardini della zona, che giacciono attualmente in uno stato di forte degrado; ci si occuperà sia degli arredi urbani che, pure in questo caso, dei giochi per i bambini.

Alberto Bruzzone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium