/ Cronaca

Cronaca | 25 giugno 2020, 15:40

Individuati due centri di riferimento regionale per la diagnosi e la cura della fibromialgia

Viale: “Patologia invalidante per cui è fondamentale garantire diagnosi precoce ed omogeneità di trattamento su tutto il territorio”

Individuati due centri di riferimento regionale per la diagnosi e la cura della fibromialgia

L’unità operativa di clinica reumatologica presso il dipartimento di medicina interna dell’ospedale San Martino di Genova e la struttura di medicina funzionale dell’apparato locomotore presso la piastra ambulatoriale dell’Asl3 a Genova Nervi afferente alla struttura complessa di reumatologia: sono questi i due centri di riferimento regionale per la diagnosi, il trattamento e il monitoraggio della sindrome fibromialgica riconosciuti oggi con l’approvazione di una delibera in Giunta regionale su proposta dell’assessora alla Sanità Sonia Viale.

“Chi soffre di questa patologia – spiega Viale – deve sopportare un dolore costante e persistente, e spesso deve anche affrontare un percorso complesso prima di avere una diagnosi definitiva, per questo è importante il riconoscimento di questi due centri regionali il cui obiettivo è proprio quello di garantire diagnosi precoci e quindi la possibilità d’intraprendere il prima possibile il percorso di cura assicurando anche trattamenti omogenei su tutto il territorio regionale; i due centri lavoreranno in sinergia per condividere conoscenza e risultati, con il coordinamento delle cure altamente specializzate e multidiscplinari da prestare ai pazienti nell’ambito di una rete di poli di riferimento nazionali e internazionali”.

“Continueremo ad impegnarci anche a livello nazionale – aggiunge Viale – a sostegno del progetto promosso dall’associazione dei pazienti (Comitato fibromialgici uniti) per fare in modo che questa sindrome sia riconosciuta come malattia cronica ed invalidante e inserita nei Lea a tutela di coloro che ne soffrono e dei loro familiari”. Le due strutture individuate avevano presentato richiesta di riconoscimento come centri regionali rispondendo pienamente ai criteri e requisiti già individuati con una delibera del 2014; Alisa ha espresso parere favorevole. La fibromialgia è una malattia reumatica invalidante riconosciuta dall’Oms dal 1992, coinvolge diverse discipline specialistiche e comporta un quadro complesso di sintomi, dal dolore muscolare cronico e diffuso all’astenia, interessa circa il 2-8% della popolazione e colpisce prevalentemente le donne.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium