/ Cronaca

Cronaca | 26 giugno 2020, 16:48

Camera di commercio: ecco il libro bianco per uscire dall’isolamento

Attanasio: “Lo porteremo in tutte le sedi istituzionali e non solo per chiedere come completare i passi che mancano per rientrare in Europa"

Camera di commercio: ecco il libro bianco per uscire dall’isolamento

Dopo aver denunciato una settimana fa la condizione di ‘insularità’ di Genova e della Liguria determinata dal ritardo delle grandi opere e dalla concomitante concentrazione dei cantieri per restituire sicurezza sulle autostrade, la Camera di commercio di Genova lancia oggi il libro bianco sulle priorità infrastrutturali elaborato da Uniontrasporti, la società nazionale delle Camere di commercio per le infrastrutture.

Il libro bianco contiene una mappatura precisa dei dodici tasselli, non solo opere pubbliche ma anche istituzioni come l’Ansfisa (Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle opere stradali e autostradali), che mancano a Genova per uscire dall’isolamento ed inserirsi pienamente al centro dei traffici europei dove la sua posizione baricentrica la colloca da sempre. Per ciascuno dei dodici pezzi del puzzle Uniontrasporti ha stilato una mappatura dei finanziamenti, che a volte come nel caso della Gronda già ci sono, dello stato di avanzamento lavori e degli ostacoli, finanziari o burocratici, che ne impediscono il finanziamento.

“Ora che abbiamo il libro bianco in mano - commenta il presidente della Camera di commercio Luigi Attanasio - lo porteremo in tutte le sedi, istituzionali e non, a Genova, a Roma, a Bruxelles, dovunque sia necessario per chiedere con quale metodo e in quali tempi s’intendono completare i dodici passi che ci mancano per rientrare in Europa; stiamo parlando di un piano d’investimenti di circa diciotto miliardi di euro di cui soltanto cinque di fabbisogno, e non abbasseremo la guardia finché non otterremo risposte. Apriamo oggi a tutte le associazioni che rappresentano le imprese, il lavoro e le professioni del territorio la sottoscrizione del libro bianco e chiediamo loro di essere compatte così com’è avvenuto quando abbiamo riscritto insieme il decreto Genova dimostrando che i liguri si rialzano tutti insieme”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium