/ Politica

Politica | 29 giugno 2020, 11:43

Lavori nodo ferroviario, Pezzoli: "Grande notizia per Genova e la Liguria"

Federico Pezzoli, segretario generale Fillea Cgil Genova e Liguria: "La firma del contratto tra RFI ed il Consorzio Cociv per la ripartenza dei lavori del nodo ferroviario genovese rappresenta una grande notizia per l'intera comunità della città di Genova e della Liguria"

Lavori nodo ferroviario, Pezzoli: "Grande notizia per Genova e la Liguria"

"La firma del contratto tra RFI ed il Consorzio Cociv per la ripartenza dei lavori del nodo ferroviario genovese rappresenta una grande notizia per l'intera comunità della città di Genova e della Liguria  e pone fine ad uno stallo che si trascinava da troppo tempo e sul quale siamo intervenuti diverse volte", commenta Federico Pezzoli, segretario generale Fillea Cgil Genova e Liguria.

"L'opera in questione, accessoria al Terzo Valico dei Giovi, è fondamentale per dare nuovi impulsi ai traffici commerciali su ferro e per potenziare la mobilità cittadina - continua -. Con la clausola sociale le maestranze che già operavano con il consorzio Fergen prima e con impresa Astaldi poi, e la cui cassa integrazione era ormai in scadenza, potranno riprendere la propria attività lavorativa, notevoli saranno poi le ricadute occupazionali  per un territorio che necessita come il pane di nuove opportunità lavorative.

Il settore delle costruzioni ha pagato un duro prezzo durante gli anni della grande crisi, acuito dagli effetti della pandemia  vedendo dimezzata la propria forza lavoro.

Tuttavia la realizzazione delle infrastrutture, la tutela idrogeologica del territorio, gli investimenti pubblici sulla rigenerazione urbana e adesso la defiscalizzazione del 110% in edilizia rappresentano una straordinaria opportunità che dovremo essere in grado di cogliere.

Una sfida per le istituzioni, le committenze,  associazioni datoriali e sindacali, che se vinta, riporterà il settore delle costruzioni ad essere quella locomotiva capace di trascinare l'economia, produrre Pil e come diceva Filippo Turati nella sua canzone di un secolo fa, l'Inno dei lavoratori, portarci al cosiddetto riscatto del lavoro", conclude Pezzoli.

 


Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium