/ Cronaca

Cronaca | 09 luglio 2020, 13:04

Saluzzese scompare in Liguria: in corso le ricerche, estese anche ad altre regioni

Si tratta di Piero Grisotti, pensionato e poeta per passione. Si è allontanato lunedì 6 luglio dalla casa di Varese Ligure. Soffre di disturbi di memoria. Il caso segnalato anche da "Chi l'ha visto". Il figlio pensa che il padre cerchi di tornare a casa a Saluzzo, suo riferimento mentale

Saluzzese scompare in Liguria: in corso le ricerche, estese anche ad altre regioni

Dopo la Liguria, si spostano in altre regione le ricerche del saluzzese Piero Grisotti pensionato Fiat Aviazione, poeta per passione, scomparso lunedì. Di lui si sono perse le tracce nel pomeriggio nella zona di Varese Ligure, nello Spezzino.

Del caso si è interessata anche la trasmissione di Rai 3 "Chi l’ha visto" nella giornata di ieri, mercoledì 8 luglio, che ha mandato in onda l’appello del figlio Giovanni,  per dare la possibilità di segnalare ogni avvistamento.

Grisotti, residente a Saluzzo, si era recato con la moglie Enza nella cittadina ligure a far visita al figlio e per qualche giorno di vacanza.

"Dopo pranzo - comunica il figlio - ha detto alla vicina di andare a cercare la moglie, che in quel momento era fuori nei pressi dell'abitazione". Nessuno ha visto la direzione del suo allontanamento che è avvenuto, lunedì 6 luglio appunto, intorno alle 16 in frazione Costola, località Lissa di Sotto.

Al momento della scomparsa indossava una tuta da ginnastica blu scuro.

Le ricerche in questo momento sono ad ampio raggio in quanto il timore è che l’uomo, 83 anni, che soffre di perdita di memoria e disorientamento, si sia spostato “ magari per cercare di tornare a casa, a Saluzzo, suo punto di riferimento mentale", sottolinea il figlio.

La scomparsa è stata denunciata ai Carabinieri del paese ligure che lavorano senza sosta con i Vigili del fuoco, Soccorso alpino, Unità cinofile e con l’impiego di droni in grado di rilevare il calore di esseri viventi, in zone impervie.

Chi lo vede è pregato di  mettersi in contatto con le Forze dell’ordine o chiamare i numeri 393.3152460 o 393.7058685.

Vilma Brignone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium