/ Attualità

Attualità | 27 luglio 2020, 14:01

"Il nuovo ponte di Genova: costruire il futuro": la serata di tributo ai protagonisti del cantiere dei record

Un lavoro di squadra che verrà celebrato dal maestro Antonio Pappano che dirigerà il concerto dell’orchestra dell’accademia di Santa Cecilia

"Il nuovo ponte di Genova: costruire il futuro": la serata di tributo ai protagonisti del cantiere dei record

“Il nuovo ponte di Genova: costruire il futuro”: è il titolo della serata a porte chiuse promossa ed organizzata da Webuild in collaborazione con Fincantieri che avrà luogo oggi ai piedi del nuovo ponte di Genova e che potrà essere seguita in streaming dalle ore 19.30.

Nel ricordo delle vittime del crollo del ponte Morandi il concerto rappresenta un tributo ad ingegneri, tecnici, maestranze e a tutta la filiera di 330 piccole e medie imprese italiane che in dodici mesi di lavori senza stop sono riusciti a ricreare un collegamento viario fondamentale per la città e per la Liguria, e a ricucire uno strappo nel tessuto sociale e territoriale. Persone che hanno costruito un simbolo di rilancio del made in Italy, divenuto bandiera d’eccellenza di tutto il Paese nello spirito di ‘Progetto Italia’, il piano strategico di Webuild che ha come obiettivo il rilancio del settore delle infrastrutture e la creazione di valore per la società e per tutti i suoi stakeholders accrescendo le dimensioni del gruppo, la capacità tecnica, il know-how professionale e la solidità finanziaria.

Un contributo forte ed appassionato quello di tutti i protagonisti del cantiere del nuovo ponte appena completato che si esprime in ‘Io c’ero’, slogan della serata moderata dalla giornalista Annalisa Bruchi e alla quale sono invitati, oltre a Renzo Piano, all’amministratore delegato di Webuild Pietro Salini e al direttore generale di Fincantieri e presidente di ‘Pergenova’ Alberto Maestrini, il sindaco di Genova e commissario straordinario per il ponte Marco Bucci, il presidente regionale Giovanni Toti, l’arcivescovo di Genova Marco Tasca, il cardinale Angelo Bagnasco e il prefetto di Genova Carmen Perrotta.

Momento centrale della serata ssarà il concerto straordinario eseguito dall’orchestra dell’accademia nazionale di Santa Cecilia diretta dal suo direttore musicale Antonio Pappano: un momento evocativo e di rilevanza internazionale nel panorama musicale che riproporrà l’Adagio del compositore statunitense Samuel Barber e le musiche di Ludwig van Beethoven di cui quest’anno ricorrono i 250 anni dalla nascita. A sottolineare la dedizione di ognuna delle persone che hanno contribuito a realizzare l’opera sarà svelata una targa nel corso dell’evento alta sei metri con inciso il nome degli oltre 1.000 uomini e donne che hanno lavorato con passione, giorno e notte, lontani dalle proprie famiglie, anche durante il lockdown, pur di portare a termine le attività nel rispetto dei tempi e con la massima attenzione alla sicurezza sul lavoro.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium