/ Attualità

Attualità | 28 luglio 2020, 12:30

“Cuore Mediterraneo”: torna sulle spiagge il progetto per il riciclo

Consorzio RICREA, insieme a Goletta Verde di Legambiente, promuove nei porti e sulle spiagge italiane la sostenibilità degli imballaggi in acciaio e l'importanza del riciclo. Settima tappa la Liguria, in cui nel 2019 la raccolta è cresciuta del +44%

“Cuore Mediterraneo”: torna sulle spiagge il progetto per il riciclo

Imparare a differenziare in modo corretto gli imballaggi in acciaio è importante e non va dimenticato: anche in vacanza, bisogna gettare nel contenitore giusto barattoli e scatolette, tappi corona e capsule affinché possano essere avviati al riciclo. Per sensibilizzare bagnanti e diportisti informandoli sulle qualità e i valori degli imballaggi in acciaio, un metallo che viene riciclato all'infinito senza perdere le proprie intrinseche qualità, RICREA, il Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, insieme a Goletta Verde di Legambiente, torna sulle coste italiane con la campagna itinerante “Cuore Mediterraneo”.

 

L’inviata speciale, Alice, è protagonista di un viaggio alla scoperta delle abitudini degli italiani in merito agli imballaggi in acciaio e alla relativa raccolta, per mettere alla prova le loro conoscenze e informarli sull'importanza di una corretta raccolta differenziata. Settima tappa della campagna è Genova, capoluogo della Liguria, regione che con 2,74 kg di imballaggi in acciaio per abitante raccolti nel 2019 ha ottenuto un incremento del +44% rispetto all'anno precedente.

 

“Genova e la Liguria nello scorso anno sono migliorate molto nella raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio, casseforti ideali per custodire le eccellenze alimentari mediterranee, come i prodotti ittici, il pomodoro e l’olio d'oliva - spiega Roccandrea Iascone, Responsabile comunicazione di RICREA -. L'acciaio è un metallo che si ricicla al 100% e il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini e di educarli a separare correttamente i contenitori in acciaio di uso quotidiano che, se raccolti correttamente e avviati a riciclo, possono tornare a nuova vita infinite volte”.

 

A Genova nel 2019 sono state raccolte 541 tonnellate di imballaggi in acciaio, con una crescita del 55% rispetto al 2018.

"Questi risultati si ottengono con la collaborazione di tutti, dalla collaborazione dei cittadini alla competenza e l'impegno del personale - commenta Pietro Pongiglione, Presidente di Amiu Genova Spa -. Siamo contenti perché è un buon auspicio per aumentare la raccolta differenziata in tutte le diverse frazioni. L'acciaio è particolare perché è indistruttibile e si può recuperare all'infinito, ed è anche facile da individuare, e questo ci può aiutare nell'educare a buoni comportamenti che vanno a beneficio di tutti".

 

"Le iniziative di sensibilizzazione sono molto importanti e devono essere continue nel tempo - aggiunge Santo Grammatico, Presidente di Legambiente Liguria -, in particolare nel periodo estivo perché nella nostra regione la pressione turistica è molto elevata e ci sono paesi e borghi che vedono aumentare anche di 10-15 volte la popolazione residente rispetto all'inverno e questo mette in crisi il sistema di raccolta differenziata. Avere un'informazione capillare aiuta i cittadini ma anche i turisti ad essere informati sulle metodologie con cui la raccolta differenziata viene condotta."

 

Grazie all'impegno dei Comuni e dei cittadini, nel 2019, in Italia, sono state riciclate 399.006 tonnellate di imballaggi in acciaio, pari al peso di circa 167 Atomium, il celebre monumento di Bruxelles.

 

Maggiori informazioni su Cuore Mediterraneo e le attività di Alice sulla pagina Facebook dedicata @CuoreMediterraneo.RICREA    

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium