/ Attualità

Attualità | 29 settembre 2020, 17:16

La Lanterna di Genova s’illuminerà di rosa per la campagna della Lilt di prevenzione del tumore al seno

Continuerà la mostra fotografica "Nel segno di San Giorgio - Storia di un restauro in quota"

Foto di Roberto Orlando

Foto di Roberto Orlando

Il 1° ed il 31 ottobre la Lanterna di Genova s’illuminerà di rosa per la Lilt, ad inizio e conclusione del mese dedicato alla campagna “Nastro rosa” per la prevenzione del tumore al seno ed in tale occasione, terminata la stagione estiva, tornerà il regolare orario di apertura per visitare il complesso monumentale: da martedì a venerdì dalle 10 alle 17; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18.

Il simbolo di Genova, come i più famosi edifici del mondo, cambia il colore della sua illuminazione per attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sui temi più importanti: col suo sistema d’illuminazione artistica, realizzato grazie al supporto di Slam, è in dialogo costante con la città recuperando la sua antica funzione di comunicazione.

Continuerà inoltre la mostra fotografica "Nel segno di San Giorgio - Storia di un restauro in quota": una suggestiva sequenza d’immagini che testimoniano l’eccezionale restauro dello stemma di Genova dipinto sulla Lanterna, prospettive inedite e spettacolari che illustrano la tecnica innovativa, la professionalità e i materiali all’avanguardia che hanno permesso di riportare i colori della Croce di San Giorgio ad un rinnovato splendore. La mostra è realizzata in collaborazione con ‘Restauro in quota’ di Formento Restauri che ha effettuato l’intervento nell’estate dell’anno scorso reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del “Bando luoghi della cultura 2018” vinto da Fondazione Mario e Giorgio Labò.

Il restauro è stato realizzato con la supervisione della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Genova e le province di Imperia, La Spezia e Savona; le fotografie sono di Davide Marcesini e la mostra, aperta al pubblico in occasione delle Giornate europee per il patrimonio il 26 settembre, rimarrà aperta fino al 1° novembre.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium