/ Cronaca

Cronaca | 14 novembre 2020, 13:07

Parte il bando regionale da 260.000 euro per la protezione della attività connesse alla pesca sostenibile

Piana: "La pesca artigianale rappresenta la flotta ligure, un sistema da tutelare e valorizzare"

Parte il bando regionale da 260.000 euro per la protezione della attività connesse alla pesca sostenibile

Via libera dalla Giunta regionale, su proposta del vicepresidente e assessore alla Pesca Alessandro Piana, all’avviso pubblico da 260.000 euro finalizzato a proteggere e ripristinare la biodiversità e gli ecosistemi marini nell’ambito delle attività di pesca sostenibili con la partecipazione anche dei pescatori.

Il bando s’inserisce tra le misure del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) 2014-2020 che prevede la possibilità di concedere contributi per la preparazione, l’elaborazione, il monitoraggio e l’aggiornamento dei piani di protezione e gestione delle attività connesse alla pesca, in relazione ai siti della rete europea ‘Natura 2020’ e alle zone soggette a misure di protezione speciale nonché altri habitat particolari. Regione Liguria, con una delibera del Consiglio regionale dello scorso gennaio, ha adottato il ‘Programma regionale della pesca e dell’acquacoltura per il triennio 2019-2021’ che prevede tra gli obiettivi strategici la realizzazione di attività di sperimentazione al fine di elaborare proposte di gestione della pesca con l’obiettivo di tutelare le specie ittiche e mantenere le tecniche di pesca tipiche delle comunità di pescatori.

“La pesca artigianale – spiega Piana – costituisce il segmento più rappresentativo della flotta da pesca della regione che è costituita per lo più da imbarcazioni di dimensioni contenute: per questo riteniamo strategico tutelare e valorizzare questo sistema che riteniamo sia un modello sostenibile sotto i profili ecologico, economico e sociale. L’attivazione di questa misura è quindi fondamentale per la pesca artigianale perché consente di finanziare progetti mirati esclusivamente all’elaborazione di piani di protezione e gestione delle attività connesse proprio alla pesca artigianale”.

L’avviso sarà pubblicato sul sito di Regione Liguria a partire dal 16 novembre: possono partecipare pescatori, organizzazioni di pescatori riconosciute, organismi non governativi ed organismi scientifici pubblici, il termine per la presentazione delle domande è il 30 novembre; in particolare ciascun soggetto potrà presentare una sola domanda di contributo, sono ammessi interventi mirati esclusivamente all’elaborazione di piani di protezione e di gestione per attività connesse alla pesca artigianale con particolare riferimento a quelle tradizionali o a tecniche innovative.

Comunicato stampa


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium