/ Cronaca

Cronaca | 26 novembre 2020, 13:14

E' morto Elias Cazzulo, il noto artista da strada che ha fatto divertire generazioni di bambini genovesi

L'artista era ricoverato da 7 mesi in ospedale dopo una caduta dal suo letto di casa a San Fruttuoso

E' morto Elias Cazzulo, il noto artista da strada che ha fatto divertire generazioni di bambini genovesi

Con la scomparsa di Elias Cazzullo Genova perde un piccolo pezzo di storia: una persona importante che per anni ha fatto divertire molti bambini con due cagnette ammaestrate.

Dopo aver trascorso tanti anni in mare con la Marina Mercantile, ed essendo l'ultimo superstite dell'Andrea Doria aveva intrapreso la carriera di artista di strada avendo lavorato anche all'estero, da Chamonix al prestigioso circo di Mosca.

Originario di Castelletto d'Orba, in provincia di Alessandria, Cazzulo si era stabilito a Genova, dove viveva in un piccolo appartamento di San Fruttoso in via Donaver, e dove ha proseguito con le sue esibizioni "on the road". 

L'artista è stato per molti anni un punto di riferimento per gli scolari delle scuole elementari che passavano tra Via San Vincenzo e Via Galata al termine delle lezioni, intorno alle 16,00: lì le due cagnoline ammaestrate, soprannominate “Cilline”, seguivano un percorso obbligato disegnato in terra con il gessetto. Il percorso era costellato di rituali, fermate, stop and go, il tutto memorizzato in base alle crocchette che venivano distribuite alle “Cilline” come premio. 

Cazzullo balzò alla cronaca in occasione del rapimento dei due animali, che avvenne durante una delle tante esibizioni. I malviventi, approfittando di un momento di distrazione di Elias, misero le “Cilline” a forza in un sacco dopo aver studiato attentamente ogni singolo movimento dell'artista. A Cazzulo fu addirittura fatta una richiesta di riscatto a cui l'artista in un primo tempo non diede importanza. In seguito, i malviventi tentarono di imporre nuovamente il pagamento di un riscatto: 500 euro in cambio delle “Cilline”.

Elias accettò, ma contattò anche il carabiniere di quartiere denunciando l'incredibile fatto. I malviventi spaventati dall'arrivo dei militari, abbandonarono le cagnette sulle alture di Granarolo, dove furono prontamente recuperate dall'artista. 

Cazzullo si è spento all'età di 90 anni dopo un ricovero di 7 mesi in ospedale a seguito di una caduta dal proprio letto di casa.

Chiara Manganaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium