/ Municipio Bassa Valbisagno

Municipio Bassa Valbisagno | 01 marzo 2021, 13:30

Bassa Valbisagno, a San Fruttuoso arriva un secondo social market

La pandemia ha aumentato le richieste di aiuto. Sempre più persone non arrivano a fine mese. Così dopo Marassi, a metà marzo inaugura il secondo supermercato sociale. Sarà vicino piazza Martinez

Bassa Valbisagno, a San Fruttuoso arriva un secondo social market

A circa sei anni di distanza dall'inaugurazione del primo Social market a Marassi, in viale Bracelli, il Municipio della Bassa Valbisagno raddoppia, e, per metà marzo, programma di aprirne un secondo a San Fruttuoso in via Vito Vitale, dietro piazza Martinez, lì dove un tempo c’era il centro giovani.

“Con la pandemia le persone che fanno fatica ad arrivare con lo stipendio a fine mese sono aumentate e sono sempre di più quelle chiedono aiuto”, constata amaro il presidente del Municipio Massimo Ferrante.

“Per questo abbiamo deciso di aprire un nuovo supermercato sociale, sempre gestito dai servizi sociali in convenzione con la Caritas e Centri vicariali d’ascolto, e poter rispondere così alle nuove povertà”.

A far stare in piedi il Social market, oltre le grandi catene, che offrono gratuitamente generi di prima necessità con cui viene rifornito il mercato sociale, anche i consiglieri del Municipio, che da quando è stato aperto il primo spazio in viale Bracelli devolvono i loro gettoni di presenza per l’acquisto di generi alimentari da dare a chi ha più bisogno: “Si tratta di circa 7-8 mila euro l’anno che vengono devoluti dai consiglieri a questo scopo”, spiega Ferrante.

“Grazie a questa iniziativa - prosegue il presidente - sosteniamo, ad oggi, quasi 500 nuclei familiari e permettiamo a queste persone, per un periodo di tre mesi (il servizio è a rotazione per poter aiutare più famiglie possibili), di avere accesso a generi alimentari e prodotti per la casa, così da risparmiare e utilizzare le scarse risorse a loro disposizione per altre spese necessarie come il pagamento delle bollette”.

Un intervento che è diventato indispensabile in un periodo in cui alla crisi economica si è aggiunta quella causata dalla pandemia: “Le motivazioni che ci hanno spinto a procedere con questa seconda apertura sono due”, elenca Ferrante: “Primo l’aumento delle richieste di aiuto: con la pandemia a chi aveva perso il lavoro per la crisi economica, prevalentemente dipendenti, si sono aggiunti i liberi professionisti a partita Iva, che non hanno potuto ottenere i ristori del governo, una categoria particolarmente colpita in questo periodo storico; l’altro motivo è che con il Covid è opportuno limitare gli spostamenti e far sì che le persone abbiano servizi vicino casa, ad esempio, chi abita sulle alture di San Fruttuoso, per arrivare in viale Bracelli (dove è stato aperto il primo social market del Municipio ndr) deve prendere diversi mezzi pubblici, così invece avranno un servizio più vicino a dove abitano”.

Il nuovo Social Market troverà posto in quello che negli ultimi anni il Municipio ha utilizzato come spazio giovani, che è stato trasferito a Marassi nei Giardini Lamboglia: “Dopo il trasferimento il locale era rimasto vuoto - racconta il presidente - così abbiamo deciso di dargli una nuova vita: negli ultimi tre mesi, con le ultime risorse concesse ai Municipi dal Comune (ora azzerate dopo che è stata approvata la modifica allo Statuto comunale ndr), abbiamo rimesso a posto i locali, comprato gli scaffali, e con i 5mila euro, presi dai 17 mila euro risparmiati dal Municipio nel 2020, acquisteremo i generi alimentari”.

Alla squadra, composta come la prima volta da Municipio, Centri Vicariali d’ascolto di San Fruttuoso e Marassi e Caritas, si aggiungono gli Scout, che sistemeranno i generi alimentari sugli scaffali, staranno allo sportello e si occuperanno della distribuzione. “I due punti lavoreranno in parallelo e in questo modo riusciremo a rispondere all’aumentato bisogno delle persone”, conclude Ferrante, soddisfatto del risultato.

Rosangela Urso

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium