/ Attualità

Attualità | 31 marzo 2021, 13:56

Marchio De.Co. anche a Genova: parte il progetto per promuove i prodotti tipici genovesi e le lavorazioni artigianali (VIDEO e FOTO)

Dalla panera alla torta pasqualina sono già una trentina i prodotti tipici genovesi inseriti nel consorzio che promuove tradizioni, artigianato e qualità, ma la lista potrebbe allungarsi

Marchio De.Co. anche a Genova: parte il progetto per promuove i prodotti tipici genovesi e le lavorazioni artigianali (VIDEO e FOTO)

Dopo l'approvazione in Comune del marchio De.Co. per la tutela e la promozione dei prodotti tipici genovesi è arrivata la presentazione della nuova iniziativa di valorizzazione del made in Genova, che tuttavia si è dovuta svolgere facendo i conti con le limitazioni imposte dalle norme contro la pandemia d  coronavirus.

L'evento si è tenuto in mattinata presso il “Salotto di dolcezza” di via Trento, dove ai presenti è stata offerta una panoramica di gran parte dei prodotti che potranno ottenere il marchio De.Co., con tanto di degustazione, che tuttavia si è svolta in modalità "asporto". A rappresentare il meglio del "made in Genova" le specialità più succulente e famose come panera, cappon magro, cima, farinata, trenette, lattughe ripiene, biscotti lagaccio, pandolce, canestrelli e molto altro.

Presenti all'iniziativa, importante per il sostegno al commercio genovese, Mario Mascia, consigliere comunale autore dell’iniziativa l'istituzione del Registro De. Co. del Comune di Genova, Virgilio Pronzati, esperto enogastronomico e di prodotti tipici locali De.Co., Elisabetta Filippello, referente Confartigianato Genova per le De.Co., e Felice Negri, presidente di Confartigianato Genova.

"Il registro De.Co., approvato dal Comune, nasce in Regione grazie all'iniziativa del capogruppo di Forza Italia-Liguria popolare Claudio Muzio, che poi ho portato avanti con l'aiuto del consigliere guido Grillo - spiega il consigliere comunale forzista Mario Mascia -. A questo punto il progetto può partire con un concorso di idee per l'elaborazione del logo che rappresenterà il marchio, dopo di che verrà istituita una commissione in Comune in cui saranno rappresentati tutti i soggetti coinvolti, e sarà possibile aprire alle richieste di iscrizioni per i prodotti. Noi con questa e altre iniziative stiamo gettando il cuore oltre l'ostacolo rappresentato dalla pandemia, cominciando già a prepararci per il dopo. In questa maniera cerchiamo di dare ad artigiani, agricoltori e commercianti, tutte categorie in forte sofferenza, degli strumenti nuovi di promozione dei propri prodotti e di marketing territoriale".

"Un marchio molto importante ed era logica la nostra presenza e il nostro sostegno - aggiunge il presidente di Confartigianato Felice Negri -. Il De.Co. deve essere sinonimo di grande qualità, simili iniziative hanno successo se diventano operazioni mirate, e penso che il De.Co. evolverà in questo senso, evitando di essere un elenco generalista di prodotti. In questo contesto il marchio di origine comunale potrà essere un elemento di sostegno per le eccellenze e per il piccolo medio commercio, a dispetto dello strapotere che le catene della grande distribuzione stanno assumendo sul mercato, anche a Genova. Si tratta di aiutare quelle aziende che fanno un prodotto con il gusto di una volta, e che se fanno delle innovazioni le realizzano con criteri artigianali, per fortuna ancora esistenti. Speriamo che questo De.Co. sia in definitiva un modo per affermare che le produzioni artigianali sono sempre le migliori".

Carlo Ramoino e Chiara Manganaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium