/ Cronaca

Cronaca | 25 aprile 2021, 17:39

Il Municipio Medio Levante ha ricordato i caduti del Covid-19 in occasione del 25 Aprile

Iniziativa unica voluta ieri dal presidente Francesco Vesco: “La scelta dell’ospedale San Martino è consona all’obiettivo, perché al suo interno non ci sono solo i malati a combattere, ma anche medici, paramedici e infermieri”

Il Municipio Medio Levante ha ricordato i caduti del Covid-19 in occasione del 25 Aprile

La guerra contro il Coronavirus insieme a quella per la Liberazione, iniziativa unica nel Municipio VIII Medio Levante. Così ha scelto il presidente del Municipio Francesco Vesco: celebrare la Festa della Liberazione insieme ai caduti del Covid-19

Il 25 Aprile, festa nazionale è stato festeggiato ieri, la mattina della vigilia, davanti al Monoblocco del San Martino, occasione particolare, probabilmente l’unica in tutto il Comune di Genova, per ricordare la liberazione dell’Italia dall’occupazione nazista e dal regime fascista. I caduti del 25 Aprile sono stati ricordati insieme a quelli del Covid. “Per il nostro Municipio ho portato una corona ai caduti della guerra, all’ospedale San Martino - spiega Vesco - dove si è combattuta e si sta ancora combattendo un’altra guerra, nuova e impensata, quella per la sopravvivenza al virus che da oltre un anno si combatte in tutto il mondo. La scelta dell’ospedale San Martino è consona all’obiettivo, perché al suo interno, non ci sono solo i malati a combattere, ma anche medici, paramedici e infermieri, in prima linea sin dall’inizio, anche quando i presidi erano insufficienti e molti di loro sono caduti insieme ai pazienti”. 

Ieri mattina, quindi, la piccola, raccolta cerimonia, alla presenza del dottor Orengo e della dottoressa Zangrillo, in rappresentanza della direzione sanitaria del nosocomi. Padre Mauro, il cappellano della chiesa dell’ospedale San Martino, ha impartito la benedizione, Vesco ha deposto la corona di alloro, che poi sarà lasciata all’esterno del Monoblocco. Insieme hanno recitato una preghiera e si sono raccolti qualche minuto in ricordo di tutte le vittime. 

“Il mio obiettivo è stato ricordare tutti questi caduti e proprio nella ricorrenza del 25 Aprile poiché anche noi stiamo combattendo una guerra, un’altra guerra: oggi ci sono un nemico invisibile e nuovi soldati”.  

Questo il messaggio che ha lanciato il presidente del Municipio VIII che proprio questa mattina, insieme alla moglie, entrambi over 60, riceveranno la prima dose del vaccino, dopo aver prenotato il proprio turno. “Vorrei anche esortare i concittadini a farlo, dovremmo farlo tutti, si tratta di un grande atto di responsabilità e rispetto per quelle persone che oggi non ci sono più: il piano vaccini sta funzionando e si auspica di uscire presto, grazie alle vaccinazioni, dalla pandemia che da oltre un anno ha cambiato le nostre vite”. Sono stati oltre 4000 sino ad oggi i morti a causa del Coronavirus in Liguria e anche Genova, con i sui nove Municipi ha contato le proprie vittime. La manifestazione si è tenuta nel pieno rispetto delle prescrizioni anti Covid-19. 

Intanto, gli ultimi dati sulla pandemia da Coronavirus, contavano due giorni fa in Liguria 279 nuovi positivi su 4.209 tamponi molecolari e 2.578 tamponi antigenici: a Genova 149; oltre 500mila, invece sono già state le vaccinazioni.

Rosa Cappato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium