/ Politica

Politica | 12 maggio 2021, 17:09

Balleari (Fratelli d’Italia): “Ormai il governo ci ricatta, dieci anni di blocco delle autostrade per la sicurezza, la Liguria sta pagando il prezzo delle inefficienze e delle indecisioni degli altri”

Venerdì presidio di Fratelli d’Italia a Sestri Levante per dire che la Liguria non ne può più della gestione di autostrade

Balleari (Fratelli d’Italia): “Ormai il governo ci ricatta, dieci anni di blocco delle autostrade per la sicurezza, la Liguria sta pagando il prezzo delle inefficienze e delle indecisioni degli altri”

“Quando ho letto le dichiarazioni di Placido Migliorino ho capito che il governo vuole recitare il de profundis per la Liguria - dichiara il capogruppo in Regione Liguria di Fratelli d’Italia Stefano Balleari - e lo fa con il peggiore dei ricatti: la sicurezza. Per 10 anni dovremo avere il blocco delle nostre autostrade impedendo all’economia ligure di progredire e questo perché Aspi per anni ha volutamente ignorato segnalazioni di problemi. Io ero vicesindaco di Genova e assessore alla mobilità quel maledetto 14 agosto del 2018 e non mi dimenticherò mai di cosa ho provato, non voglio che succeda un nuovo disastro di quella portata però non voglio vedere la mia regione sul lastrico ho un figlio che si sta laureando e lo vorrei vedere qui a lavorare e non dover andare fuori regione perché qui il tessuto imprenditoriale è morto per Aspi”.

Con queste parole del capogruppo in Regione Liguria si spiega il motivo della protesta di Fratelli d’Italia al casello di Sestri Levante prevista per venerdì prossimo dove il partito di Giorgia Meloni darà la sua solidarietà al Tigullio, un territorio turistico che alla vigilia della ripresa della stagione balneare rischia di essere tagliato fuori dalle mete scelte dai molti italiani desiderosi di andare in vacanza. “Quando accaduto ieri è inaccettabile, a tre anni dalla tragedia del ponte Morandi. Una situazione che inevitabilmente avrà ripercussioni sull’economia del Tigullio in vista della stagione estiva, in particolare sul turismo e commercio già messi in ginocchio dalla pandemia”: così Matteo Rosso, il commissario regionale del partito.

Chiediamo a gran voce e ci faremo portavoce presso il governo con delle richieste puntuali a tutela del territorio: azzeramento del pedaggio autostradale su tutte le tratte gestite da Autostrade per l’ Italia a titolo di indennizzo per la mancata manutenzione della rete; indennizzo agli operatori del turismo e del commercio, dell’area tra Chiavari e Sestri Levante, fino al termine dell’emergenza; indennizzo ai Comuni di Sestri Levante, Lavagna e Chiavari per i costi di manutenzione del manto stradale delle vie cittadine, fino al termine dell’emergenza.

Questo è il coro unanime di tutti i dirigenti locali del partito ed i presidenti dei circoli territoriali che insieme al coordinatore provinciale Stefano Baggio ed a quello del Tigullio Alberto Campanella saranno a presidio del territorio venerdì: “Non c’è cosa peggiore – conclude Balleari – del ricatto che il Governo ha fatto agli italiani: scegliete tra sicurezza o lavoro. Ed oggi rivedere il medesimo ricatto proposto ai liguri mi indigna”.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium