/ Attualità

Attualità | 07 luglio 2021, 13:47

Navi a gas naturale, Vago (MSC): "Sono il presente, lo sforzo venga dalla politica" (VIDEO)

Il presidente di MSC l'ha detto a margine della presentazione della partnership con l'Accademia Marina Mercantile per la formazione delle navi a gnl, sul deposito: "Ci siamo mossi tardi, altri paesi sono più avanti"; Bucci fissa l'obiettivo a sei anni per il porto di Genova totalmente green

Pierfrancesco Vago presidente Msc

Pierfrancesco Vago presidente Msc

Il percorso è iniziato, abbiamo preso impegni importanti con traguardi negli anni 2030, 2040, 2050. stiamo facendo tantissime cose a livello di emissioni, di navi a tecnologie più avanzate. Lo sforzo è davvero molto grosso. Purtroppo la politica vuole un passo, ha delle visioni e idee che demanda al privato, ma penso che questa volta lo sforzo debba essere dei governi, perché le sfide sono molto grosse e difficili”. Lo ha dichiarato Pierfrancesco Vago, presidente di Msc a margine della presentazione della partnership con l'Accademia Marina Mercantile.




Vago ne ha parlato a proposito della svolta 'green' delle navi. Questa mattina è stato presentato l'accordo che prevede la formazione degli equipaggi nelle nuove navi alimentate a gas naturale liqufatto.

Il gnl è il presente, non il futuro, - ha spiegato Vago - abbiamo navi in costruzione, questa nuova tecnologia è un'opportunità, dobbiamo formare i nostri allievi ufficiali, gli equipaggi italiani e stranieri, c'è il massimo orgoglio di farlo a Genova dove inauguriamo il simulatore per imparare questa nuova formazione di ufficiali che impareranno a lavorare con il gas che è molto complesso. A livello di impatto ambientale il gas naturale liquefatto ci porta grandissimi risultati, l'orgoglio di formare i giovani e insegnargli questa opportunità per navi complesse come quelle da crociera è la svolta della Msc verde iniziata da qualche tempo”.

Sui depositi delle gnl Vago spiega che sono state perse le tempistiche. “Ci sarà un invito a vedere di portare attenzione ai depositi a gas. I nostri paesi vicini si sono attrezzati, noi siamo un po' in ritardo, alla politica invito a rivedere questo, sarebbe un peccato non avere infrastrutture per questa energia”.

Si parla di navi ecologiche e sostenibili, che devono essere in grado di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato. - ha commentato il sindaco Marco Bucci - Il porto di Genova si candida a essere il primo porto in Europa e nel mondo completamente ecosostenibile, con una completa decarbonizzazione usando energia blu o verde. Sono contento che arrivino le navi a gnl, che però emettono CO2, bisogna cercare di passare all'ammoniaca e poi all'idrogeno. È essenziale che noi cominciamo a far venire a Genova le navi e farle stare senza motore acceso in città, in sei anni pensiamo di arrivare a zero emissioni nel porto di Genova”.

Il sistema portuale della Liguria dovrà fornirsi di un sistema di gas che sarà la propulsione del futuro. - ha commentato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti Sono molti i progetti sui nostri porti, compreso quello ambiziosissimo di dare all'Europa il primo porto green nello scalo di Genova”.

 

 

 

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium