/ Cronaca

Cronaca | 24 luglio 2021, 15:00

Paralimpiadi Tokyo. I genovesi Francesco Bocciardo, Gian Filippo Mirabile e Francesca Salvadè a caccia della medaglia: "Carichi e pronti per questa splendida avventura"

Saranno protagonisti nel nuoto, nell'equitazione e nel pararowing

Paralimpiadi Tokyo. I genovesi Francesco Bocciardo, Gian Filippo Mirabile e Francesca Salvadè a caccia della medaglia: "Carichi e pronti per questa splendida avventura"

"Siamo carichi e pronti per questa Paralimpiade di Tokyo, con il sogno di conquistare un traguardo prezioso".

A parlare prima ella partenza verso il Giappone sono i tre atleti genovesi protagonisti alla Paralimpiade: Francesco Bocciardo (nuoto), Francesca Salvadè (equitazione) e Gian Filippo Mirabile (pararowing). Tra i liguri spicca anche Mirko Orsi, nativo di Albisola, che parteciperà al torneo di Tennistavolo.

Nei giorni scorsi gli aveva elogiati anche Gaetano Cuozzo, presidente del Comitato Italiano Paralimpico della Liguria, sottolineando la soddisfazione nella partecipazione dei quattro atleti liguri alla Paralimpiade (clicca QUI).

Francesco Bocciardo (nuoto)

Il nuotatore genovese Francesco Bocciardo è tra i più attesi di questa Paralimpiade, la sua terza personale dopo aver partecipato a quelle di Londra e Rio. Al Tokyo Aquatics Center parteciperà ai 50 stile libero classe S5 (miglior tempo 32"72), nei 100 stile libero classe S5 (miglior tempo 1'07"76), nei 200 stile libero classe S5 (miglior tempo 2'23"89) e nei 100 rana classe SB4 (miglior tempo 1'46"89) con la possibilità di prendere parte anche alle staffette.

"Siamo tutti consapevoli che sarà una Paralimpiade diversa, ma speriamo che sia quella della ripartenza dopo un periodo così brutto legato al Covid - ha evidenziato il campione genovese - non sarà facile ripetermi dopo gli ottimi risultati di Rio, ma ci proverò. C'è da tenere alto il nome dell'Italia, della Liguria e di Genova".

Francesca Salvadè (equitazione)

Tra le genovesi protagoniste alla Paralimpiade c'è Francesca Salvadè, pronta a migliorarsi alla sua terza partecipazione, rispetto a Londra 2012 (ottavo posto) e Rio 2016 (decimo piazzamento): "Senza pubblico sarà tutto diverso - ci racconta Francesca - ma è sempre l'emozione di gareggiare in una Paralimpiade e darò il massimo. Il mio obiettivo a livello individuale è quello di passare alla finale, per poi giocarmela anche se gli atleti stranieri in gara sono tutti molto forti. Ho più consapevolezza rispetto alle due scorse paralimpiadi".

Gian Filippo Mirabile (pararowing)

Il genovese Gian Filippo Mirabile sarà protagonista nella disciplina del pararowing, in coppia con Chiara Nardo. L'atleta arriva da una striscia importante di risultati positivi e proverà a confermarsi nella competizione più ambita come ci rivela: "Il primo obiettivo che ci siamo posti per questa Paralimpiade è quella di qualificarci per la finale A - sottolinea Mirabile - quindi vedremo a quel punto cosa ci potremo giocare. ' un periodo che stiamo andando bene, ora speriamo di confermarci anche in Giappone: vogliamo tenere alto il nome del nostro Paese, manche della Liguria e di Genova". 

Riccardo Aprosio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium