/ Cronaca

Cronaca | 24 settembre 2021, 07:46

Operazione della municipale nel centro storico, Viale: "Non è tollerabile il ferimento degli agenti che contrastano la vendita di morte"

L'assessore si appella al governo e chiede certezza della pena, espulsioni e normative più stringenti per reati che riguardano gli stupefacenti. "Auguri di pronta guarigione agli agenti feriti"

Operazione della municipale nel centro storico, Viale: "Non è tollerabile il ferimento degli agenti che contrastano la vendita di morte"

Certezza della pena, espulsioni e normative più stringenti per reati che riguardano gli stupefacenti. A chiedere un intervento dello Stato è l'assessore alla polizia municipale Giorgio Viale, che commenta l'operazione "ad alto impatto" nel centro storico, teatro negli ultimi giorni di scontri tra i pusher della zona e i suoi agenti

"Non è la prima e non sarà l'ultima, - spiega Viale a La Voce di Genova - fa parte di una serie di iniziative di tutte le forze dell'ordine. Sono servizi molto massicci nei quali si controlla tutto, le si fa per spezzare il ritmo dei delinquenti locali, la nostra intenzione è perseverare in questo modo, che si affianca al normale presidio nel centro storico".

Una reazione da parte della polizia locale era attesa: "Laddove si intercetta il disagio e delle problematiche vai a reagire con forza", commenta ancora l'assessore, che sulla situazione nel centro storico spiega: "C'è la percezione della presenza e del controllo da parte delle forze dell'ordine. Quello che succede però è che una serie di personaggi noti agli abitanti, ma anche agli stessi agenti, vengano arrestati e dopo pochi giorni sono di nuovo in strada. Quello che manca è la certezza della pena. Un altro problema riguarda il piccolo spaccio, spesso alcuni personaggi vengono presi con un quantitativo minimo di stupefacente, per cui non si può dimostrare lo spaccio e scatta una semplice segnalazione".

Durante l'operazione due agenti sono rimasti feriti. "Gli auguro una pronta guarigione, ogni volta i messaggi di vicinanza agli agenti li firmo di mio pugno. Purtroppo sono eventi frequenti, so che è stato chiesto da parte dei sindacati un incontro al prefetto, noi facciamo il possibile per evitare queste situazioni, non è tollerabile che accadano in contesti in cui si contrasta la vendita di morte. Con un certo orgoglio vedo che gli agenti hanno uno spirito molto combattivo".

Francesco Li Noce

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium