/ Municipio Valpolcevera

Municipio Valpolcevera | 30 settembre 2021, 13:03

Navette per studenti a Pontedecimo, è polemica a Tursi

Il tema del trasporto con mezzi di Amt sta a cuore alla consigliera Cristina Lodi del Partito Democratico, che non perde occasione per riportarlo in attualità. Replica di Matteo Campora: "Usati tutti i mezzi disponibili"

Navette per studenti a Pontedecimo, è polemica a Tursi

Cristina Lodi insiste e ribadisce: “Le navette per studenti in Valpolcevera sono assolutamente insufficienti. È stato annunciato che sono state esattamente programmate come lo scorso anno. Chiedo alla Giunta di dire e far sapere ai cittadini se sono stati fatti studi sui dati dei flussi degli studenti verso i plessi”.

“La Valpolcevera - afferma la Lodi - continua ad avere una zona importante e popolata come Pontedecimo che è scoperta da questo servizio. In questo modo si può utilizzare solo il treno per la stazione Principe? Non sono previsti arrivi di navette allora?”.

Ma la consigliera che rappresenta il Pd non si ferma a queste domande e insiste per sapere quali sono state le riflessioni di chi governa Genova “che hanno portato a pensare che con questa programmazione si eviteranno gli affollamenti che invece sono già stati segnalati su questi mezzi”. E non è certamente la prima volta che Cristina Lodi si sofferma su questa problematica, peraltro afflittiva nella zona della Valpolcevera per le molte famiglie che hanno figli studenti e che si recano, ogni giorno, presso istituti in centro a Genova e quindi lontani dalle abitazioni.

Tema sensibile dunque e che crea disagio e preoccupazione nella vallata, il che ha indotto l’esponente del Pd a presentare un’interrogazione urgente in Consiglio comunale sui temi detti sopra.

Interrogazione alla quale ha risposto l’assessore alla Mobilità, Matteo Campora che, da un lato non ha negato l’esistenza di una situazione complessa ma ha anche detto come, da un anno e mezzo, i comuni non ricevano risorse per il trasporto pubblico e che quindi il problema non è di facile o immediata soluzione.

“Amt - ha dichiarato Campora, rispondendo alla Lodi - ha messo in campo tutto quello che aveva, tutti i mezzi in dotazione. Ma il problema riguarda un po’ tutta Italia; un problema di sistema, quello della mancanza di risorse”.

E ha assicurato: “Da parte nostra cercheremo di fare tutto il possibile con i mezzi che abbiamo. Siamo in contatto con le scuole, concordiamo con loro le navette in attesa e nella speranza arrivino maggiori risorse. Oltre tutto c’è il limite di riempimento all’80% da rispettare”. Osservazione dunque pertinente quella da parte della Lodi che sul tema navette a Genova tutta, ma in particolare in Valpolcevera, sta dedicando attenzione e passione. E assicura che continuerà a monitorare una situazione palesemente complicata. Purtroppo l’attuale momento non aiuta un’eventuale soluzione, soprattutto in una città come Genova, dove il trasporto pubblico ha ataviche carenze, assoluta scarsità di mezzi, è lento e non certo comodo.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium