/ Politica

Politica | 10 ottobre 2021, 11:33

Attacco alla Cgil, questa mattina presidio e corteo dalla storica sede di Cornigliano: "I partiti di estrema destra vanno sciolti" (FOTO e VIDEO)

"Credevamo che certi fatti dovessero essere relegati ai libri di storia. Purtroppo ieri sera siamo ripiombati indietro nel tempo", ha detto Aurelia Buzzo, membro della segreteria della camera del lavoro

Attacco alla Cgil, questa mattina presidio e corteo dalla storica sede di Cornigliano: "I partiti di estrema destra vanno sciolti" (FOTO e VIDEO)

Dopo l'attacco fascista di ieri nella sede della Cgil di Roma, oggi le donne e gli uomini del sindacato hanno reagito con presidi in tutta Italia. A Genova, dove le sedi della Cgil oggi sono aperte, i membri del sindacato e alcuni rappresentanti della politica si sono dati appuntamento nella storica sede di Cornigliano, da dove è partito il corteo verso il centro città.



"Io non me la sento di parlare come segretaria della camera del lavoro, ma come donna libera, - spiega Aurelia Buzzo, membro della segreteria - avendo conquistato la libertà  grazie a chi ha lottato per questa libertà e alla Costituzione. Chi appartiene alla mia generazione e a quelle successive e si riconosce nei nostri valori ha guardato attonito ai fatti di ieri. Credevamo che certi fatti dovessero essere relegati ai libri di storia. Purtroppo ieri sera siamo ripiombati indietro nel tempo a cent'anni fa, ma anche a cinquant'anni fa, ai tempi della strategia della tensione. E' un palese atto alla democrazia, non solo al sindacato, alla casa delle lavoratrici e dei lavoratori, una delle istituzioni che ha sempre difeso i diritti e il lavoro".

Per rivendicare il ruolo svolto dal sindacato, la Cgil oggi ha previsto presidi in tutta Italia. "C'è in preparazione una manifestazione per dire no al fascismo, - continuo Buzzo - abbiamo una richiesta forte, che è quella che finalmente vengano sciolte tutte le organizzazioni di destra e estrema destra. Ieri è stato l'ennesimo schiaffo, forse servirà a quella parte della politica che in questi ultimi anni, nonostante le denunce nostre e di tanta politica che oggi è insieme a noi a sostenerci sulla recrudescenza della destra e dell'estrema destra. Queste organizzazioni vanno immediatamente sciolte, senza se e senza ma".

La Cgil, come altri sindacati, sono finiti spesso nel mirino di chi accusa queste organizzazioni di non fare gli interessi dei lavoratori. "Noi siamo per il libero pensiero, - continua Buzzo - purtroppo quello accaduto ieri mostra chiaramente le infiltrazioni per altri scopi tra persone che probabilmente sono anche fortemente influenzate da tanta disinformazione. Noi ci schieriamo per la cultura, con la scienza, abbiamo tante lavoratrici e tanti lavoratori dalla nostra parte".

Domani è previsto lo sciopero indetto dall'unione sindacale di base a cui la Cgil non aderisce: "Stiamo decidendo altre forme di mobilitazione", conclude la sindacalista.

Dopo il presidio, alle 11.30 è partito il corteo che arriverà in centro.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium